Mercoledì, 20 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Notte magica per Alberto Urso, nella città dello Stretto tutti in piazza a tifare per "l'orgoglio di Messina" - Foto

di

Il re dello Stretto è lui, Alberto. La sua città ieri si è stretta attorno a lui per vivere un momento indimenticabile, la finale del talent show “Amici” che Alberto Urso ha colorato con le mille sfumature della sua voce intensa e potente. Per sostenere il giovane tenore in tantissimi hanno sfidato la pioggia che, ad intermittenza, ha bagnato una nottata fatta di musica, emozioni, sospiri, applausi.

Sfida dopo sfida Alberto ha mostrato tutte le sue doti, quelle che i messinesi in questi lunghi mesi, tra appuntamenti pomeridiani e serali, hanno imparato a conoscere: passione, umiltà, gentilezza, un pizzico di timidezza nel dialogare con la giuria o con la conduttrice Maria De Filippi e grinta e potenza incontenibili nel prendere le note più difficili in maniera perfetta.

Una lunghissima finale quella di ieri, durante la quale Alberto è stato sostenuto dal calore del pubblico in studio e da quello del popolo messinese nelle piazze cittadine. I suoi tantissimi fan lo hanno accompagnato momento per momento, già prima che il programma iniziasse hanno cominciato a radunarsi davanti ai due maxi schermi sistemati dall'amministrazione comunale, uno a piazza Cairoli, con la collaborazione dell'associazione Messina Incentro, e l'altro a piazza Duomo.

Bambini e bambine con gli occhi lucidi per l'emozione e le magliette dedicate ad Alberto, tante famiglie, madri e figlie e poi moltissimi giovani, tutti lì per fare il tifo per Alberto, «orgoglio messinese». La sua voce fermava e incollava allo schermo anche chi si trovava in giro per una semplice passeggiata. Per lui tanti messaggi di sostegno, non solo sulle magliette: sul palco del Duomo la scritta azzurra e glitterata “Forza Alberto”. E poi incoraggiamenti e messaggi: «Questa serata è tua. Hai lavorato tanto per raggiungere questo meritato risultato e siamo orgogliosi di te!».

Gioia esplosiva e incontenibile dopo ogni esibizione, c'è chi cantava a squarciagola gli inediti del suo album “Solo”, come “Indispensabile”, cantata da tutti, e i brani lirici in cui Alberto dà il meglio, e poi c'era chi immortalava con lo smartphone le esibizioni e la piazza gremita per mantenere il ricordo di una serata emozionante vissuta insieme.

Una ragazza ha trasformato una bottiglietta di plastica in microfono per intonare insieme ad Alberto le note struggenti di “Can't help falling in love”. Emozioni ad ogni brano, occhi lucidi e poi un tripudio dopo le esibizioni, piazza in estasi a salutare il nome di Alberto praticamente sempre primo in classifica.

Il tifo della piazza messinese era solo per lui, niente fischi per gli altri sfidanti - la correttezza è la cifra sia di Alberto che del suo pubblico - , ma tanta apprensione e un pizzico di preoccupazione per la sfida finale con la temibile Giordana.

Non solo piazza Cairoli e piazza Duomo, davvero gremita e gioiosa, alla Multisala Apollo una sala è stata dedicata alla finale di “Amici”. A darsi appuntamento amici e familiari di Alberto, la madrina del giovane tenore e zia Maria Gabriella Urso, e poi “le amiche della mamma”, per tifare tutti insieme. «Un percorso entusiasmante quello di Alberto - ha raccontato la zia Maria Gabriella - che tutta la sua famiglia ha seguito ogni sabato. Ci riunivamo per vedere il programma e adesso siamo davvero contenti per lui che in questi anni ha fatto tanti sacrifici, ha sempre studiato con passione e dedizione, grazie ad “Amici” sta avendo una grandissima visibilità ma lui si merita il meglio. Quando canta trasmette tante emozioni, ogni brano lo fa suo. Per noi ha già vinto perché ha dimostrato quanto vale».

In platea fan di ogni età, scatenati e festanti, «anche se non vediamo abitualmente il programma non potevamo mancare - racconta l'amica Valeria - tutti pronti con il telefono in mano per votare Alberto». Tutti concordi nel ritenerlo «non solo un talento strepitoso ma soprattutto un bravo ragazzo, umile, educato e rispettoso». Tanti palloncini colorati e anche striscioni: “Messina a cuore aperto fa il tifo per Alberto” e ancora “Messina ha un solo cuore che batte forte per il suo tenore”. Una città unita per sostenere il suo giovane talento in una notte davvero magica.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook