Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gestione critica della sanità, a Barcellona chiesta chiarezza
CORONAVIRUS

Gestione critica della sanità, a Barcellona chiesta chiarezza

di
Sul problema si terrà una seduta straordinaria di Consiglio comunale: nel territorio dei 13 comuni del Distretto socio sanitario di Barcellona, tra positivi e soggetti in isolamento fiduciario, ci sono oltre mille persone

Gli ultimi episodi che hanno riguardato la gestione da parte dei vertici dell'Asp, del “Covid hospital” di Barcellona, primo fra tutti lo scandalo dei 10 letti presi a noleggio per una Terapia intensiva mai entrata in funzione costati – a detta dello stesso direttore generale Paolo La Paglia – oltre 116 mila euro più Iva e restituiti alla ditta che li aveva concessi in affitto lo scorso 2 dicembre, hanno indotto un gruppo di consiglieri di diversa estrazione a chiedere la convocazione di una apposita seduta straordinaria del Consiglio comunale dedicata alle disfunzioni della sanità pubblica. La seduta del Consiglio comunale – e questa sarebbe la novità – sarà aperta a tutti, deputazione regionale e nazionale.

Nel territorio dei 13 comuni del Distretto socio sanitario di Barcellona, tra positivi e soggetti in isolamento fiduciario, ci sono oltre mille persone e l'Usca, con personale insufficiente, dovrebbe chiamare giornalmente i pazienti per chiedere delle loro condizioni di salute e recarsi al domicilio per visitare i casi gravi o dubbi. Sorveglianza sanitaria che fanno attivamente anche i medici di base.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook