Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
RISANAMENTO

Messina, De Luca: «Ho contratto la leishmaniosi fra le baracche, è come un lebbrosario»

di
baracche messina, leishmaniosi, risanamento, Antonello Cracolici, Cateno De Luca, Danilo Lo Giudice, Marcello Scurria, Messina, Sicilia, Cronaca
Una visita di De Luca fra le baracche di Messina

«Venga a visitare le nostre baracche, venga nel lebbrosario di Messina». Il sindaco Cateno De Luca si rivolge al deputato regionale del Pd Antonello Cracolici ed è il secondo invito “provocatorio”, dopo quello lanciato 24 ore prima dall’avvocato Marcello Scurria, presidente di A.Ris.Me.

Cracolici - ricostruisce la Gazzetta del Sud in edicola -, nelle scorse settimane, aveva invitato l’Ars a cassare una delle modifiche alla legge 10 del 1990, proposte dal deputato messinese Danilo Lo Giudice, relativa alla possibilità offerte al sindaco di Messina di derogare dalle graduatorie per assegnare alloggi ai cittadini, residenti in baracca, affetti da gravi patologie o disabilità, se non addirittura considerati come malati terminali (ve ne sono ben 47 tra i baraccati, secondo i dati forniti dai medici che hanno svolto servizio di assistenza territoriale).

Ma la notizia “choc” della giornata è un’altra: «Ho appreso dalla stampa la gravità delle sue affermazioni e desidero invitarlo a Messina per fargli prendere un caffè in quegli insalubri ambienti sotto l’amianto dove io, probabilmente, ho contratto la leishmaniosi (infezione che combatto da oltre 4 mesi) in occasione delle mie continue visite e dei sopralluoghi in quelle aree».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook