Mercoledì, 25 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Video Sport Il bronzo olimpico Burdisso a Messina: "Questa Cittadella è in stile americano"

Il bronzo olimpico Burdisso a Messina: "Questa Cittadella è in stile americano"

È terminato alla Cittadella Universitaria di Messina il collegiale dell’Aurelia Roma in vista dei trial primaverili. Per un’intera settimana i tesserati di questo club si sono allenati tra piscina e palestra, soggiornato nelle residenze e usufruito della “club house”, restando sempre all’interno del complesso di Viale Palatucci. «Valuto quest’esperienza positivamente - ha dichiarato Simone Palombi, responsabile tecnico della squadra capitolina, che ha fatto parte dello staff azzurro alle Olimpiadi di Tokyo -. Ringrazio per l’ospitalità la Ssd UniMe della presidente Silvia Bosurgi ed anche Sergio Naccari e Diego Santoro. La struttura peloritana ha grandi potenzialità. Mi fa piacere poter dare dei consigli e credo che, con qualche piccolo accorgimento, potrebbe fare davvero un ulteriore salto di qualità. Ci sono le premesse per proseguire nella collaborazione. Noi, in questo periodo, eravamo abituati ad andare a Tenerife per la preparazione invernale, nel complicato momento storico che viviamo, trovare una base in Italia è fondamentale».
Soddisfatto della permanenza nella città dello Stretto pure il 21enne campione lombardo Federico Burdisso, che ha messo al collo le medaglie di bronzo olimpiche nei 200 farfalla e nella 4x100 mista a Tokyo. «Tutto è andato liscio come l’olio, ci siamo allenati bene. La Cittadella Sportiva di Messina è stile americano e mi piace. Peccato soltanto per il tempo brutto nei primi giorni, ma, tornato il sole, l’impianto è diventato bellissimo. Io sono ancora in una fase iniziale di costruzione, per cui stiamo facendo tanto aerobico per poi mettere del lavoro specifico. Stare in Sicilia è servito per staccare dalla monotonia di Chicago o Roma, scoprendo nuove realtà. Lunedì partirò per gli Stati Uniti, dove frequento l’università, con la speranza di seguire le lezioni in presenza».

Quali sono gli appuntamenti più importanti del 2022?

«Vengo da una stupenda stagione e mi attende un’annata ricca di eventi. Per questo motivo ho saltato gli impegni in vasca corta per dedicarmi a quelli in lunga. Ci saranno gli Assoluti, i Mondiali a maggio, gli Europei ad agosto e ancora non so per le Universiadi, alle quali vorrei partecipare per avere un palmares completo».
Ha riscosso, infine, meritati consensi il clinic, tenutosi domenica scorsa e diviso in tre momenti: il “Racconto” da parte di Palombi della programmazione e preparazione alle Olimpiadi di Burdisso, un allenamento congiunto di nuotatori dell’Aurelia e locali ed una tavola rotonda di approfondimento e formazione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook