Mercoledì, 25 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Video Sport Calcio, Messina in un anno. L'Acr torna tra i prof, l'Fc esce di scena

Calcio, Messina in un anno. L'Acr torna tra i prof, l'Fc esce di scena

Il 2021 ha segnato il ritorno nel calcio professionistico dell’Acr Messina e la cancellazione dai quadri federali del Fc che si era proposta quale antagonista in città del club di Pietro Sciotto. In un torneo di serie D spezzettato a causa del Covid, la squadra di Raffaele Novelli vince lo scontro diretto dello scorso 21 marzo grazie ad una punizione di Aliperta e all’inizio di luglio festeggia meritatamente a Sant’Agata di Militello il salto di categoria, promozione arrivata per una gestione complessiva fatta di molti alti e pochissimi bassi. La formazione di Massimo Costantino, invece, vince i play-off e, con un colpo di fortuna evita di finire nella graduatoria dei ripescaggi che prevedeva una quota a fondo perduto. Ha, invece, la grande chance di sostituire il rinunciatario Gozzano in Lega Pro come riammessa. Ma, in sede di iscrizione che appare una formalità, la società di Rocco Arena non riesce a produrre una fideiussione valida e nei mesi successivi finisce ingloriosamente la sua attività venendo cancellata anche dal torneo di D. Fc che si distingue per un esonero che entra negli annali per la sua particolarità. A febbraio, dopo la sconfitta nel recupero con l’Acireale, licenzia l’allenatore Pino Rigoli ricoverato in ospedale a causa del virus. E un’altra sonora bocciatura per il FC Messina arriva anche per la concessione pluriennale dello stadio Franco Scoglio, procedura stoppata dal Tar e dalle relazione sul piano finanziario da parte dello studio Vermiglio interpellato dal comune dopo l’aggiudicazione del bando a marzo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook