Domenica, 25 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Coronavirus a Messina, De Luca: "Sulla questione Stretto trattati da imbroglioni"

Coronavirus a Messina, De Luca: "Sulla questione Stretto trattati da imbroglioni"

"Le donazioni sono importanti anche se gli importi sono piccoli. Quelle complessive saranno somme importantissime per il post-coronavirus di Messina. Più donate e meglio affronteremo la crisi. Intanto vi diciamo grazie!". Inizia così la consueta conferenza pomeridiana del sindaco di Messina Cateno De Luca.

"Ogni goccia della vostra generosità serve alla città", dichiara De Luca rendendo noti tutti gli estremi bancari per effettuare le donazioni in favore della comunità messinese più colpita dal coronavirus.

De Luca ha inoltre annunciato la possibilità, a partire da domani, di poter effettuare i versamenti in favore del fondo di solidarietà direttamente presso i tabacchini cittadini.

I toni di De Luca si alzano, però, quando l'argomento diventa il transito sullo Stretto di Messina. A scatenare le ire del sindaco è stato un servizio realizzato dalla Rai: "Hanno fatto vedere un traghetto vuoto lasciando intendere che non ci sia nessun problema, che siamo imbroglioni. Noi ancora attendiamo una risposta dal Mit".

De Luca in seguito attacca frontalmente il governatore Musumeci: "Io l'ho difesa quando il Viminale la criticava dandole dell'imbroglione dopo la presa di posizione sulla questione dello Stretto. Lei è il massimo rappresentante della comunità siciliana. Perché allora ieri ci ha inoltrato quattro righe di una nota indirizzata al Viminale che esprimeva parere contrario all'eventuale ampliamento delle corse dei traghetti per la Sicilia? Presidente, provi lei ad attraversare lo Stretto di mattina, in quelle condizioni".

"Lui dice che è tutto a posto e che noi siamo imbroglioni". "Se ci permettiamo di suggerirle qualcosa è per completare la sua visione della situazione. Non faccia l'errore del Governo di stare sul piedistallo. Già avete fatto una cazzata non tenendo conto dei pendolari. Ma continuare a sbagliare non va bene".

Secondo De Luca "Musumeci sta continuando a sbagliare". "Perché non ha dato nessun cenno sulla banca dati, idea fatta propria dal Mit, per chi attraversa lo Stretto? Eppure era stato lei a parlare di carne di macello. Ora però è scomparso. Mi auguro che almeno sabato lei sarà presente alla Rada San Francesco di Messina per protestare con me per difendere gli interessi dei siciliani".

"Si prenda pure lo scettro nel caso in cui dovesse risolvere il problema. Non ho nessun problema, farei 10 passi indietro. Il mio è l'appello dei tutti i siciliani preoccupati dagli sbarchi sull'Isola".

Il sindaco di Messina, nel corso della diretta, ha poi esortato le scuole a restituire le quote anticipate per le gite scolastiche e i viaggi d'istruzione: "Oggi anche 300-400 euro possono rappresentare cifre significative". "C'è la moratoria per le scadenze di fine mese per tutti gli imprenditori protestati", ha poi annunciato De Luca riprendendo un appello ricevuto in diretta da un imprenditore in difficoltà.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook