Giovedì, 01 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca No alla fiction, dopo il danno Stromboli non vuole la beffa

No alla fiction, dopo il danno Stromboli non vuole la beffa

di

Stromboli dice no alla prosecuzione delle riprese della fiction Rai sulla Protezione civile sul cui set, lo scorso 25 maggio, si sviluppò l’incendio che ha carbonizzato circa 5 ettari della vegetazione dell’isola, lasciando, praticamente, nuda la montagna dalla quale, poi, il 12 agosto, per via del dilavamento, è venuto giù il fiume di fango e massi che ha investito il centro abitato.
Il diniego, alla prosecuzione delle riprese della fiction, sulla base della richiesta avanzata dalla società di produzione “11 Marzo film”, è arrivato dalla stragrande maggioranza dei cittadini, circa un centinaio, intervenuti sabato sera, nel consueto incontro settimanale con il sindaco di Lipari, Riccardo Gullo, tenutosi nella chiesa di San Vincenzo.
Diniego che è anche dell’amministrazione comunale la quale, congiuntamente alla popolazione, ha stigmatizzato il comportamento tenuto, sinora, dalla produzione. «Il no – dichiara Gullo, che, comunque, lascia una porta aperta – è motivato dall’atteggiamento da loro tenuto, a proposito dell’incendio, sia nei confronti della popolazione che dell’amministrazione comunale. Se dovessero cambiare atteggiamento, la possibilità di consentire nuove riprese sarà riproposta alla valutazione degli strombolani». Chiaro il riferimento ad una assunzione di responsabilità per il rogo, sino ad ora non arrivata.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook