Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Nozze da favola a Taormina ma non paga il conto, Martina Giuffrida (ex Uomini e Donne) condannata a due mesi

Nozze da favola a Taormina ma non paga il conto, Martina Giuffrida (ex Uomini e Donne) condannata a due mesi

La ex di "Uomini e Donne" e il manager che finiscono sotto processo a Messina per quel sontuoso banchetto di nozze a Taormina cotto, mangiato e... non pagato. E' la storia della catanese Martina Giuffrida, corteggiatrice del programma "Uomini e Donne" e del manager salernitano Gaetano Berardinelli, che sono stati condannati dal giudice monocratico di Messina Francesca Capone a due mesi di reclusione (pena sospesa), per non aver saldato il conto del loro ricevimento di nozze tenutosi nel luglio del 2014 nel prestigioso Grand Hotel Atlantis Bay di Taormina. I due sono stati assistiti dagli avvocati Luigi Giacobbe e Stefania Grisi.

Fu il direttore dell'albergo a presentare la denuncia a suo tempo, dopo il "buco" di ben 11mila e 75 euro che si vide costretto a registrare per il mancato saldo definitivo, avendo in mano solo un assegno che risultò privo di copertura, rispetto ad una caparra iniziale di 2mila euro, che fu invece versata sempre con un assegno. Tutti e due i titoli di pagamento erano a firma della Giuffrida, ma scrive il giudice nelle motivazioni della sentenza che "... è palese che il Berardinelli quantunque non abbia formalmente sottoscritto il contratto né l'assegno non è certo estraneo ai fatti essendo pienamente complice e diretto beneficiario". L'unione tra i due, tra l'altro, è finita da tempo, a quanto pare naufragò già qualche mese dopo le nozze, tra accuse reciproche sui social.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook