Martedì, 11 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina, viadotto Tarantonio e quell'incubo con cui convivere

Messina, viadotto Tarantonio e quell'incubo con cui convivere

Cittadinanzattiva ormai da cinque anni raccoglie le proteste e le segnalazioni, provenienti da tutta la Sicilia, per poi fare sintesi, proposte e denunce. Ha colpito il grido di rabbia e di dolore, giunto via social da alcuni operatori commerciali e abitanti, che vivono e operano ai lati dei due viadotti "Tarantonio" siti sulla A20, prima della barriera pedaggi di Villafranca lato Messina.

Cittadinanzattiva ha intervistato alcuni abitanti: "Siamo cresciuti sotto i viadotti che negli ultimi anni sono diventati un grave pericolo per noi, per la nostra comunità e per gli utenti che vi transitano. Era il 2015 ma poi abbiamo deciso a farlo nel 2017, cominciavano a cadere calcinacci, pezzi di cemento ed allora siamo riusciti a catturare l'attenzione di un quotidiano nazionale, che ha realizzato un servizio, poi dopo la caduta del ponte "Morandi" a Genova, dopo un primo sopralluogo è intervenuta una ditta che ha fatto dei lavori di ripristino solo nella parte bassa di due piloni e sono andati via, lasciando tutto immutato, il piccolo ripristino è ancora visibile. Noi abbiamo assistito solo al continuo deterioramento strutturale e alla caduta di calcinacci, infatti quando passiamo sotto lo facciamo di corsa con il casco e in protezione, non abbiamo alternative. Nei mesi scorsi la caduta di un pezzo di cemento grande come un materasso il "meteorite"   si è conficcato sopra un capanno abbandonato e fatto scappare per il botto il cavallo, che era al pascolo nelle vicinanze. Negli anni abbiamo visto e sentito di tutto, come volare un camion, siamo andati a soccorrere l'autista ma era già deceduto, poi la caduta di un altro camion, un'auto di turisti svizzeri è rimasta in bilico e sono stati salvati per miracolo. Durante e dopo le piogge è un continuo rumore di gomme in frenata e tamponamenti, con strazianti grida, che si sentono in tutta la vallata soprattutto di notte. L'ultimo incidente ha visto coinvolto un giovane militare, che si era fermato a soccorrere dei feriti".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook