Martedì, 17 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo

Messina, a Marmora bagno tra i pericoli: cavi scoperti e accessi precari

di

Il “caso falò” a Ferragosto ha acceso i i riflettori sul villaggio costiero di Marmora, con gli operatori di MessinaServizi e gli agenti di polizia metropolitana “costretti” ad intervenire nella notte per togliere la legna ma anche la mattina di venerdì 16 per rimuovere ulteriore cataste riposizionate probabilmente “in risposta” al precedente blitz.

Il sindaco Cateno De Luca, impegnato nello stesso servizio ma in altre zone del territorio, ha promesso che farà tappa domani nel villaggio per una «riappacificazione con la parte sana di Marmora». Potrebbe essere l'occasione per scoprire qualche altra cosa che non va nella zona, programmando interventi risolutivi sollecitati ma finora non effettuati.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Messina.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook