Sabato, 19 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
PALLANUOTO A/1 F

Waterpolo Messina
ritorna Battaglia

alessandra battaglia, Messina, Sport
Alessandra Battaglia

Dopo il portiere Fabiana Sparano, la centroboa Gaia Apilongo, l’attaccante Alessia Morvillo, la  Waterpolo Messina ha ingaggiato un'altra giovane giocatrice per completare l’organico in vista della prossima stagione. Si tratta della 21enne catanese Alessandra Battaglia, scuola Orizzonte Catania ed ex Athlon Palermo,  che nell’ultimo campionato è stata all’Ortigia Siracusa di cui, nonostante la retrocessione, è stata uno dei punti di forza. Per la Battaglia si tratta di un ritorno in riva allo stretto. Due anni fa, infatti,  era stata ingaggiata dalla società peloritana con cui  giocò tutto il girone di andata prima di una brusca e inattesa separazione. Quell’esperienza, però, l’ha, in qualche modo, aiutata a crescere e fortificata.

Adesso la Battaglia che si ripresenta alla Waterpolo Messina è un’atleta certamente più matura e consapevole dei propri mezzi, ecco perché l’allenatore Giovanni Puliafito ha deciso di puntare anche su di lei per il prossimo campionato femminile di A/1, al via ad ottobre. 

“ Sono contenta di ritornare alla Waterpolo Messina e, questa volta, conto di finire la stagione”, attacca la Battaglia. “ Non guardo indietro, penso al futuro e a quello che andremo a fare. Con la stima dell’allenatore sarà tutto più semplice. L’esperienza con l’Ortigia, per quanto dolorosa per via della retrocessione, mi ha migliorato sia dal punto tecnico-tattico, sia da quello, squisitamente, caratteriale. Spero di ricambiare la fiducia di tecnico e società”.

La Waterpolo Messina si radunerà a fine mese e comincerà a lavorare alla piscina Cappuccini all’inizio di settembre. Nel frattempo previste altre operazioni di mercato, in entrata e in uscita, sempre seguendo una politica di ringiovanimento della squadra e di un abbassamento dei costi di gestione. La Waterpolo Messina che si presenterà al prossimo torneo di A/1 femminile sarà profondamente rinnovata nell’organico, ma soprattutto,  nello spirito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X