Sabato, 16 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Maria Grazia Cucinotta parla agli studenti messinesi di violenza sulle donne: "Sconfiggere i mostri"
VITE SENZA PAURA

Maria Grazia Cucinotta parla agli studenti messinesi di violenza sulle donne: "Sconfiggere i mostri"

“Vite senza paura - Storie di donne che si ribellano alla violenza”, edito da Mondadori, è il libro pubblicato dall’artista messinese, che porta lo stesso nome della sua Onlus. Un testo di denuncia, supporto e coraggio

Sulla piazza virtuale di Google Meet, nella mattinata di ieri i ragazzi delle quinte classi del Liceo Artistico e del Professionale dell'Istituto Renato Guttuso di Milazzo hanno dialogato, per oltre due ore, con l’attrice Maria Grazia Cucinotta. L’evento, organizzato dal dirigente scolastico prof.ssa Delfina Guidaldi e coordinato dalla professoressa Anna Arizzi, ha permesso agli studenti di conoscere il libro pubblicato dall’artista messinese, che porta lo stesso nome della sua Onlus.

“Vite senza paura - Storie di donne che si ribellano alla violenza”, edito da Mondadori, è un testo di denuncia, supporto e coraggio. L’artista messinese, infatti, dopo aver raccontato il tentativo di violenza subita durante la sua permanenza a Parigi, ha parlato della genesi della sua opera, nella quale racconta numerose vicende di violenza di genere. La Cucinotta ha immortalato nelle pagine del libro le storie di alcune donne che, grazie all’attività della sua organizzazione, sono riuscite a sconfiggere “incubi e mostri”.

Maria Grazia, in questi ultimi anni, si è dedicata anima e corpo alla costituzione di un gruppo di professionisti, da lei definito “la banda”, che hanno il compito di supportare le vittime di violenza a tutto tondo, dal sostegno psicologico all’iter giudiziario finale. Come più volte dichiarato, la sua lotta passa, soprattutto, dall’incontro con i giovani, che devono formarsi nel pieno rispetto delle diversità di genere e della libertà personali.

L’attrice, da sempre molto legata alla sua terra, si è poi soffermata sui ricordi dell’infanzia e dell’adolescenza nella “sua” Messina, ribadendo i valori di “sicilianità”. La protagonista del “Postino”, infatti, ha ricordato ai ragazzi l’importanza culturale, storica, sociale ed enogastronomica della nostra isola, la quale “nulla ha da invidiare a qualsiasi altro luogo nel quale ho abitato”.

Con la promessa di una visita all’Istituto ed un titolo di “Ambasciatrice della bellezza siciliana del mondo”, conferito dalla dirigente Delfina Guidaldi all’attrice peloritana, l’incontro si è concluso tra la soddisfazione di alunni e docenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook