Lunedì, 30 Marzo 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Capo d'Orlando, traffico da decongestionare: si pensa a parcheggi e Ztl
I DISAGI

Capo d'Orlando, traffico da decongestionare: si pensa a parcheggi e Ztl

di

L'emergenza Coronavirus, fotografando la desertificazione dei parcheggi, sta dimostrando come siano i flussi viari dall'esterno a soffocare il sistema delle soste a Capo d'Orlando. Così, nel caso Palazzo Europa avesse avuto intenzione di commissionare quello studio da tempo agognato circa la provenienza degli automobilisti che sostano sul territorio comunale, l'emergenza l'ha reso inutile.

Così in questi giorni prendono sempre più corpo le ipotesi di controllo e di limitazione dei flussi di traffico in ingresso avanzata da più parti per risolvere l'annoso problema del tutto esaurito. Una delle ipotesi che era stata avanzata per una gestione più moderna e razionale della mobilità è quella di filtrare i flussi di traffico in entrata attivando un collegamento di navette tra le aree di parcheggio esterne ed il centro tradizionale, così da ridurre l'impatto del traffico che, specie nei mesi estivi, pone non pochi problemi. Riducendo drasticamente il numero degli autoveicoli in ingresso sarebbe possibile ampliare l'attuale isola pedonale ed attivare delle zone a traffico limitato (ZTL).

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook