Giovedì, 22 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Messina, le strategie di Palazzo Zanca: il centrodestra dice "no" all'intergruppo
TENSIONI

Messina, le strategie di Palazzo Zanca: il centrodestra dice "no" all'intergruppo

di
cambio di passo, intergruppo, palazzo zanca, salva messina, Cateno De Luca, Messina, Sicilia, Politica
Cateno De Luca

Si può dire già da ora che il sindaco ha vinto. O ha perso. Secondo i punti di vista. Un risultato sul piano politico, come al solito straordinario (inutile girarci intorno: da questo punto di vista, è un “fuoriclasse”), Cateno De Luca lo ha ottenuto e lo sta ottenendo: tutti, o quasi, i consiglieri, e quel che resta delle forze politiche messinesi (per dirla alla D'Alia), sono scesi per l'ennesima volta sul suo terreno e, anche criticandolo o avversandolo, hanno dovuto rispondere alla sua “chiamata alle armi”, alla sua “guerra santa” che nel 2019 si è chiamata “salva Messina” e in questo inizio del 2020 ha preso un altro nome, “Cambio di passo”. Non solo De Luca ha obbligato tutti alla risposta, ma ha anche fatto emergere divisioni e contraddizioni interne agli schieramenti e ai singoli partiti o movimenti.

Se, però, il sindaco pensava che davvero fosse percorribile l'ipotesi dell'intergruppo, allora in questo caso è evidente che ha perso, perché la stragrande maggioranza dei consiglieri ha definito “irricevibile” la proposta.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook