Sabato, 19 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Atm, la Regione liquida quasi 800mila euro per il chilometraggio percorso
IL CONTENZIOSO

Atm, la Regione liquida quasi 800mila euro per il chilometraggio percorso

Dopo questo primo step seguirà il riconoscimento di circa 3 milioni e 800 mila euro derivanti da contenziosi pregressi
Il Sindaco Cateno De Luca e l’Assessore alla Mobilità Urbana Salvatore Mondello rendono noto che, con D.D.S. 4058/S1 dell’Assessorato Regionale alle Infrastrutture e Trasporti, è stata disposta la liquidazione di 781.269,96 euro quale corrispettivo del contratto di affidamento dovuto all’ATM nell’anno 2016, per il servizio gommato e tranviario.
“Con pazienza e tenacia – ha commentato l’Assessore Mondello – attraverso la ormai collaudata sinergia con l’assessore Marco Falcone, si sta cercando di dirimere l’annosa questione dei crediti vantati da ATM nei confronti della Regione Sicilia.
Un percorso ‘ad ostacoli’ superato con un complesso lavoro silente, attraverso approfondimenti e mediazioni di non semplice composizione che hanno portato a questo primo step, cui a breve, seguirà il riconoscimento di circa 3 milioni e 800 mila euro derivanti da contenziosi pregressi e di ulteriori 5 milioni, provenienti da operazioni di pignoramento dell’ATM, nei confronti della Regione. Queste importanti attività, consentiranno il superamento di una serie di pesanti criticità di ATM in liquidazione, dando un significativo impulso alla nuova Società di trasporto locale e dunque all’intera città”. Il Sindaco ha espresso grande soddisfazione per questo risultato, che “premia il lavoro di una squadra che guarda avanti, con l’obiettivo di tirare fuori la città da pastoie e lungaggini che ne hanno impedito il pieno sviluppo. E’ stata individuata la giusta direzione, per proseguire senza sosta verso il recupero di una condizione di normalità, che Messina e i suoi cittadini meritano ampiamente”.
Sulla vicenda intervengono anche i sindacati: “Apprendiamo dal Comune di Messina la notizia che cominciano ad arrivare nelle casse di Atm in liquidazione e del Comune stesso le prime risorse, oggetto del contenzioso intrapreso contro la Regione Sicilia nel lontano 2016, per minori contributi sui chilometri percorsi da Atm azienda speciale. 781.268 euro già in arrivo, a cui a breve seguiranno oltre 8 milioni di euro tra contenziosi pregressi e pignoramenti che la vecchia Atm liquidata aveva avviato nei confronti della Regione. Un risultato che premia le scelte fatte in passato, quando si decide di avviare la battaglia per il riconoscimento del giusto contributo chilometrico per la città di Messina, che fino ad allora era stata costantemente penalizzata.
"Consideriamo lodevole l’impegno intrapreso dell’assessore Salvatore Mondello, che ci sentiamo di ringraziare - dichiarano Michele Barresi, segretario UIltrasporti Messina, e Carmelo Garufi, segretario Filt Cgil - ma non possiamo dimenticare come questo contenzioso fu considerato dal sindaco De Luca come “inutile perdita di tempo” ai tavoli del Salva Messina, al solo fine di rendere più marcato il monte debitorio dell’azienda speciale che si intendeva liquidare. “Oggi quelle risorse vengono definite fondamentali e una boccata d’ossigeno. Per noi era ampiamente prevedebile- concludono Barresi e Garufi- e riteniamo debbano essere interamente destinate, insieme a quelle future, per il saldo dei Tfr dei lavoratori, senza operazioni transattive né sconti verso la Regione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook