Lunedì, 20 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
INFORMATICA

Ingegnere disabile dell'Ateneo di Messina crea "app" che abbatte barriere linguistiche

barriere, disabili, internet, Davide Mulfari, Messina, Sicilia, Economia
Davide Mulfari

In un mondo sempre più “connesso” e tecnologico, nel quale con un semplice clic è possibile raggiungere luoghi e persone distanti, c'è chi, grazie alla sua mente brillante, può offrire un aiuto importante ai disabili, grazie a delle app a portata di smartphone. È il caso di Davide Mulfari, ingegnere informatico 34enne, responsabile dell'Unità di staff “Assistive Technology for Special Needs” dell'Università di Messina e dottorando all'Ateneo di Pisa.

Affetto da disabilità motorie con disartria, un disturbo neurologico che gli impedisce di articolare in modo chiaro vocali e consonanti, Davide si muove in carrozzina e per dialogare con gli altri e realizzare i suoi progetti di vita ha deciso di aguzzare l'ingegno. Ha vinto la sua sfida progettando (con l'equipe pisana) “CapisciAMe”, prima app gratuita italiana a riconoscimento vocale che consente di semplificare i rapporti fra l'Internet delle cose e le persone, favorendo le possibilità comunicative di coloro i quali sono affetti da disabilità linguistica.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook