Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
INFRASTRUTTURE

Nuovo porto di Tremestieri a Messina, i lavori entrano nel vivo

di

Il dragaggio continuerà per altri sei mesi, per raggiungere la quota di 900.000 metri cubi di sabbia trasferita, là dove servirà a difendere case e strade dai marosi. Ma al porto di Tremestieri, quello nuovo, si lavora anche a terra con la bonifica dei rifiuti trovati, a sorpresa, nel sottosuolo dell’area che era coperta da alcuni edifici, poi abbattuti con le ruspe quest’estate.

Fra due mesi, invece, le opere vere e proprie del nuovo grande approdo della città entreranno nel vivo con la costruzione della struttura che ospiterà, con ogni probabilità, tutto il movimento verso la Calabria e non solo. Una rivoluzione.

Il tema dello spostamento dei flussi di traffico leggero e pesante e delle autostrade del mare, anche se ancora a due anni dalla fine della costruzione del porto, non sembrano oltremodo rimandabili. Il Piano regolatore del porto, in questa settimana, dovrebbe anche formalmente superare lo scoglio della Vas con la consegna della relazione finale e le eventuali prescrizioni.

Mentre a Reggio, come riporta la Gazzetta del Sud in edicola, dovrebbe arrivare la firma del protocollo fra le due regioni e le due Città metropolitane dirimpettaie per la gestione della mobilità nello Stretto. Quella dei 5000 transiti al giorno di pendolari per studio o lavoro che usano traghetti e mezzi veloci.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook