Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL POETA

Firenze, salma di Montale a rischio sfratto: pronto un posto nel cimitero di Capo d'Orlando

capo d'orlando, Eugenio Montale, Messina, Sicilia, Cultura
Eugenio Montale

Se dovesse essere sfrattata da Firenze, per la salma di Eugenio Montale è pronto un posto nella cappella gentilizia della famiglia Piccolo di Calanovella, nel cimitero di Capo d’Orlando.

La proposta della traslazione in Sicilia delle spoglie del poeta e della moglie Drusilla Tanzi viene dal presidente della Fondazione Piccolo, Andrea Pruiti Ciarello. Destinatari sono Bianca Montale, nipote ed erede universale del poeta, e il sindaco di Firenze. Il caso nasce dalla scadenza della concessione nel cimitero fiorentino di San Felice a Ema che da otto anni non viene rinnovata.

Pruiti Ciarello spiega perché la sua Fondazione propone una sepoltura per Montale. Era stato proprio lui nel 1954 a consacrare Lucio Piccolo come uno dei maggiori poeti poeti del Novecento in occasione del premio nazionale di poesia di San Pellegrino.

«La Fondazione Piccolo di Calanovella - dice il presidente -  intende suggellare il legame di reciproca stima tra il poeta ligure e quello siciliano. Le salme di Montale e della moglie riposerebbero nella cappella gentilizia, che accoglie già le spoglie della principessa Teresa Mastrogiovanni Tasca Filangeri di Cutò, del barone Casimiro Piccolo di Calanovella, del poeta Lucio e della sorella botanica Agata Giovanna, nonché quelle di Bent Parodi di Belsito, storico presidente della Fondazione».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook