Lunedì, 22 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
UNA STORIA INQUIETANTE

Amore e “giallo” nel romanzo d'esordio del giornalista messinese Fabio Mazzeo

di
giallo giudiziario, La solitudine degli amanti, romanzo d'esordio, Fabio Mazzeo, Messina, Sicilia, Cultura
Fabio Mazzeo

«Perché innamorarsi non significa mica amare! Ci si può innamorare per odiare». È con le parole di Dostoevskij che si può leggere “La solitudine degli amanti” (Cairo), il bel romanzo d'esordio di Fabio Mazzeo, giornalista messinese che dalla sua plurale esperienza è approdato alla narrativa, scegliendo il genere del giallo giudiziario.

La storia narrata da Mazzeo mette in primo piano un delitto inquietante: una bellissima donna, sposata con un noto e ricco avvocato, viene trovata cadavere ma elegantemente vestita e perfettamente truccata, con una vera di diamanti, ma con uno squarcio a un braccio, seduta su una poltrona di vimini, nel suo attico ai Parioli.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook