Domenica, 05 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina: “Da Comune dissestato a virtuoso” . Dalla Regione un ‘premio’ di oltre 700mila euro
BILANCI ENTRO I TERMINI

Messina: “Da Comune dissestato a virtuoso” . Dalla Regione un ‘premio’ di oltre 700mila euro

di
Messina tra le poche città siciliane che, avendo approvato i bilanci entro i termini, ha ottenuto importanti risorse finanziarie. Arriva dalla Regione un “premio” di oltre 700mila euro, a differenza di Palermo e Catania

«Da città dissestata a città virtuosa». Esulta Federico Basile e ringrazia il suo predecessore, Cateno De Luca, per avergli “consegnato” un Ente locale in gran parte risanato. Arriva da Palermo, nello stesso giorno in cui la Regione siciliana “trema” per quanto deciso dalla Corte dei Conti, una notizia estremamente positiva per Palazzo Zanca. Con decreto del 29 novembre, firmato dal dirigente dell’assessorato alle Autonomie e alla Funzione pubblica, sono state assegnate al Comune di Messina risorse per un importo pari a 733.246 euro. «La destinazione dei fondi – si legge nel provvedimento – rientra nell’ambito della legge regionale del 10 agosto 2022 n. 23, che ai sensi dell’art. 13, comma 4, stabilisce che la Regione destina un riparto di risorse ai Comuni che hanno approvato nel triennio precedente i bilanci di previsione nei termini indicati dalla legge». E la somma assegnata, sottolinea il sindaco, rappresenta circa il 73% dell’intera somma stanziata per l’anno 2022 per i Comuni “virtuosi” della Regione siciliana «che sono appena 18 su 391. Messina – insiste Basile – è stata l’unica tra le tre Città metropolitane della Sicilia ad avere avuto l’assegnazione di queste risorse così consistenti, rispetto non solo a Palermo e Catania ma anche agli altri 17 Comuni in quanto la somma è correlazionata alla popolazione. Possiamo dire con orgoglio che Messina è passata da “città dissestata” a città “contabilmente virtuosa” e questo grazie all’operato della precedente Amministrazione guidata da Cateno De Luca, il quale ha impresso una svolta tale da consentire di evitare il dissesto dell’Ente e dimostrare che amministrare con oculatezza significa avere i documenti finanziari in regola.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook