Lunedì, 03 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, classi della Cannizzaro-Galatti allo Spirito Santo... anzi no! Il Comune deve trovare soluzioni
IL CASO

Messina, classi della Cannizzaro-Galatti allo Spirito Santo... anzi no! Il Comune deve trovare soluzioni

Tre giorni all'inizio della scuola e all'Istituto "Cannizzaro-Galatti" i punti interrogativi restano ancora tanti. Mancano almeno 7-8 aule e gli sforzi dei giorni scorsi - che sembravano aver portato a una soluzione - oggi appaiono vani. Sino a ieri infatti una parte degli alunni della Cannizzaro-Galatti sembrava destinata a trascorrere l'anno scolastico nei locali dello "Spirito Santo", ma nelle ultime ore l'istituto religioso sembra aver fatto dietrofront. L'accordo non c'è.

A sollevare il problema anche il consigliere comunale Libero Gioveni. “Urge andare in soccorso alla scuola Cannizzaro Galatti per la carenza di aule in quanto l’istituto Spirito Santo non sembra voler concedere più i propri locali! Io consigliere comunale Libero Gioveni, capogruppo di Fratelli d’Italia, chiedo che si trovi una immediata soluzione alternativa a quella che era stata prospettata, in aggiunta all’utilizzo già in essere delle aule dell’istituto Cristo Re, con l’altro istituto religioso che sembra però aver dato forfait dopo un parere negativo giunto direttamente da Roma. Non si conoscono bene i motivi del diniego che probabilmente saranno di natura economica – spiega Gioveni – ma è ovvio che Palazzo Zanca, dopo l’opzione certamente utile di Cristo Re, deve immediatamente trovare una sistemazione ancora per diverse altre decine di alunni. Secondo una stima del preoccupato dirigente scolastico, la prof.ssa Egle Cacciola che già stamattina sta chiedendo anche la disponibilità dell'Istituto Antoniano – prosegue il consigliere - servirebbero almeno 7 o 8 aule nelle quali distribuire, a seconda della loro capienza, almeno 6 classi fra scuola secondaria di primo grado e scuola primaria. Faccio quindi appello alla sensibilità finora dimostrata dall’assessore Mondello – conclude Gioveni – perché il rischio che gli alunni vengano a fare lezione nell’atrio di Palazzo Zanca con banchi al seguito è davvero dietro l’angolo!".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook