Venerdì, 02 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, l'annuncio: "Portella Arena sarà Parco urbano"
PROGETTI

Messina, l'annuncio: "Portella Arena sarà Parco urbano"

di
Si sbloccano le procedure per la messa in sicurezza definitiva e il risanamento ambientale dell’ex discarica. La Regione approva il Documento di analisi del rischio, il Comune predispone gli atti per la progettazione. «Qui nascerà la più bella area verde della città»

«Qui nascerà il più grande Parco urbano di Messina». Lo annunciano il sindaco Federico Basile e l’assessora all’Ambiente Dafne Musolino, nel giorno in cui è arrivata dalla Regione siciliana la comunicazione relativa all’approvazione del Documento di analisi del rischio della vecchia discarica di Portella Arena. La nota trasmessa a Palazzo Zanca è firmata dal dirigente del Servizio 5 del Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti. Il nulla osta fa seguito alla Conferenza dei servizi che si era tenuta a Palermo lo scorso 21 luglio. «Si tratta di un importante provvedimento – sottolineano il sindaco e l’assessora – che non solo riconosce l’impegno profuso dall’Amministrazione comunale nella messa in sicurezza del sito in questione, ma che consente altresì di ritenere ormai vicina la chiusura definitiva, dal punto di vista amministrativo e ambientale, di un vero scempio. Quell’area di grandissimo pregio naturalistico, quale è Portella Arena, che venne adibita a discarica comunale e dove per anni vi furono abbandoni di rifiuti di vario genere, verrà finalmente restituita alla comunità nella sua integrità, facendo cessare il rischio di contaminazione ambientale».

Adesso il Comune dovrà passare alla fase successiva, quella di elaborazione del progetto per la messa in sicurezza definitiva di tutto il sito, «e per questa ragione – affermano gli esponenti dell’Amministrazione – si è già concordato con il Dipartimento di servizi ambientali di procedere all’affidamento dell’incarico». Basile e Musolino ricordano che «nel 2018 il sito si presentava in uno stato di sostanziale abbandono tanto da essere sottoposto a sequestro giudiziario» (e l’assessora all’Ambiente venne nominata sub delegata del custode giudiziario). Da quel momento, «si è proceduto, assieme a Messina Servizi, al recupero del sito e alla raccolta del percolato. È stato portato a termine l’intervento di messa in sicurezza del piede della discarica, finanziato con i fondi del Pon Metro della Città metropolitana, realizzando anche un impianto di recupero del biogas. E oggi l’area si presenta come un sito sottoposto a controllo e gestione ordinaria e, con l’approvazione dell’analisi di rischio e del Piano di caratterizzazione, si può finalmente compiere l’ultimo passaggio per archiviare una brutta pagina di inquinamento ambientale». Ma già c’è il progetto per il futuro: «Abbiamo immaginato che Portella Arena, quando avrà terminato la fase di chiusura, potrà divenire il più importante parco urbano della città di Messina, restituendola alla sua meravigliosa bellezza naturalistica e consentendo a tutti i messinesi di godere di un’area di altissimo pregio».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook