Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, avviati i tre cantieri nel cuore della Falce
APPALTI

Messina, avviati i tre cantieri nel cuore della Falce

di
Gli appalti finanziati dalla Regione siciliana e portati avanti dalla Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Messina. La messa in sicurezza della Stele della Madonnina, il restauro del portale di accesso alla Lanterna del Montorsoli e i lavori (iniziati nelle scorse settimane) alla Porta spagnola

Sono soltanto l’antipasto di quello che potrà e dovrà essere il “menù” della nuova Zona falcata, liberata dalle scorie e dai veleni che l’hanno ammorbata nel corso dei decenni, riqualificata e valorizzata come porzione più bella e preziosa del territorio cittadino. Ma i tre cantieri, finanziati dalla Regione siciliana e avviati dalla Soprintendenza ai beni culturali, sono un passo avanti significativo e hanno il merito di non far spegnere i riflettori sul presente e sul futuro della Falce.
Nelle scorse settimane era iniziato il restauro della Porta spagnola che fa da ingresso monumentale al Forte San Salvatore. Ieri sono stati, invece, consegnati i lavori per la messa in sicurezza della Stele che dal Forte si slancia verso il cielo, facendo da sostegno alla statua della Madonna della Lettera, la Madonnina del porto amata dai messinesi e ammirata da croceristi e visitatori. Si è aperto anche il cantiere relativo al Portale di accesso alla Lanterna di San Raineri, il capolavoro cinquecentesco del Montorsoli.
Alla consegna dei lavori hanno preso parte la soprintendente dei Beni culturali di Messina, l’arch. Mirella Vinci e l'ing. Salvatore Stopo, che cureranno la direzione dei lavori, il comandante del supporto logistico e del presidio della Marina militare, Mario Lauria, il capitano di vascello Paolo Florentino, il comandante di Marifari Bruno Francesco De Luca e il responsabile unico del procedimento ing. Giuseppe Sangiorgio del Genio civile, stazione appaltante.
«I lavori – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali Samonà –, insieme con gli interventi della Porta spagnola del Forte San Salvatore già avviati negli scorsi mesi, costituiscono tre importanti interventi finanziati dall’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana per un importo complessivo di 1.178.473,05 di euro».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook