Domenica, 14 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Tripi, contributo di un milione e mezzo per restaurare il sito di Abacena
ARCHEOLOGIA

Tripi, contributo di un milione e mezzo per restaurare il sito di Abacena

di
La splendida area archeologica che si trova a Tripi. Il Comune aveva presentato il progetto “Abakainon 4.0”

Centra l’obiettivo prefissato l’amministrazione tripense, ottenendo dal ministero della Cultura il finanziamento di 1.590.00 euro per il progetto “Abakainon 4.0”, presentato lo scorso marzo, risultando uno dei 24 elaborati approvati per tutta la Sicilia per la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici da finanziare nell’ambito del Pnrr. Il ministero ha infatti raggiunto tutti gli obiettivi previsti per la scadenza del 30 giugno e il decreto del “Piano nazionale borghi” ha confermato così il finanziamento di 398.421.075 di euro per gli investimenti nei borghi a rischio spopolamento. Il progetto “Abakainon 4.0”, che ha ottenuto un punteggio di 67, tiene conto degli asset strategici europei, con la transizione digitale e green, in particolare, insieme alle priorità nazionali del Pnrr, ovvero i giovani le donne e gli anziani.
Tripi ha una vocazione turistica in larga parte inespressa, con questo progetto verrà incentivata l’occupazione nel settore privato rilanciando l’economia, partendo dal turismo archeonaturalistico ed enogastronomico, sfruttando a pieno le risorse offerte dal comprensorio archeologico di “Tindari-Abakainon”. Tutto il settore turistico e agricolo e artigianale verrà poi modernizzato e digitalizzato, con prevedibili benefici occupazionali.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook