Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Rapina al supermercato di Zafferia, inchiodato da un'impronta
COLD CASE

Rapina al supermercato di Zafferia, inchiodato da un'impronta

di
Riaperto un vecchio caso risalente all’ottobre 2012. Indagato un 45enne

Sembrava una vicenda morta e sepolta, visto che affonda le radici una decina di anni fa, per l’esattezza il 9 ottobre 2012. Ma è bastata una traccia per “riaprire” il caso e contestare a un quarantacinquenne il reato di rapina impropria aggravata. Qualche giorno fa, gli è stato recapitato un avviso di conclusione delle indagini preliminari – con contestuale informazione di garanzia– emesso dal pubblico ministero Roberta La Speme. Che nel capo d’imputazione descrive sommariamente l’accaduto. Il 45enne, in concorso con un complice ancora ignoto, si sarebbe introdotto nel supermercato “Mercati Alimentari” Gruppo Bonina, localizzato in contrada Carruba, salita Zafferia,. «Col volto travisato da un passamontagna nero e imbracciando un fucile», lo avrebbe puntato «ad altezza uomo in direzione del responsabile» dell’esercizio e «dei suoi colleghi, pronunciando la frase “Datimi i soddi, datimi i soddi”». E quindi si sarebbe fatto consegnare, «sotto la minaccia di un danno grave alla vita e/o all’incolumità fisica della persona, l’incasso parziale della giornata di una sola cassa, consistente in 629 euro».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook