Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Polizia, nuovo capo alla Mobile di Messina. Minissale: "Attenti ad area grigia"
L'ARRIVO

Polizia, nuovo capo alla Mobile di Messina. Minissale: "Attenti ad area grigia"

di
Originario della città dello Stretto, il vice questore ha cominciato la propria carriera nel 1990 e proviene da Palermo
messina, polizia, squadra mobile, Gianfranco Minissale, Messina, Cronaca
Gianfranco Minissale

Si è insediato il nuovo capo della Squadra Mobile Gianfranco Minissale. Messinese di origine è entrato in Polizia nel 1990 da agente. Proviene da Palermo dove fin dal 2007 è stato alla Squadra Mobile. Dal 2016 ha diretto la sezione Criminalità organizzata. "Comincio con grande entusiasmo e la consapevolezza di assumere la guida di una struttura che ha fatto bene in questi ultimi anni in piena sinergia con l'autorità giudiziaria e con le altre forze dell'ordine che operano sul territorio" ha detto.

"Cercherò - ha aggiunto - di mettere a disposizione della struttura la mia esperienza per cercare di continuare lungo il solco che è stato tracciato e se è possibile migliorare in qualche aspetto. Messina - prosegue - è una realtà complessa così come mi è stata prospettata tanto dal Questore, come autorità provinciale di pubblica sicurezza che dal Procuratore della Repubblica che ha una visione complessiva dell'andamento della criminalità". Oltre al fenomeno della droga l'attenzione sarà focalizzata anche sulla criminalità organizzata "non soltanto quella di tipo mafioso - aggiunge - ma anche quella che riguarda le commistioni con una parte imprenditoriale e politica, la cosiddetta area grigia, che condiziona tante dinamiche imprenditoriali e non solo in città e anche l'economia, chiaramente non mancherà l'attenzione verso la criminalità diffusa che tanto crea fastidio ai cittadini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook