Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il 118 di Trappitello a rischio chiusura. L’Unione dei Comuni sbarra il passo
SANITA'

Il 118 di Trappitello a rischio chiusura. L’Unione dei Comuni sbarra il passo

di
Taormina-Giardini, la ventilata soppressione della sede va scongiurata

L'Unione dei Comuni Naxos-Taormina dice no alla possibile soppressione del servizio di emergenza 118 che ha sede a Trappitello e si dichiara pronta a richiedere l'avvio di un tavolo di confronto con la Regione e con l'Azienda sanitaria provinciale di Messina per discutere della riorganizzazione della rete ospedaliera e dei servizi sul territorio da garantire alla cittadinanza del primo polo turistico siciliano e all'utenza che da tutto il comprensorio afferisce ai presidi medici di questa zona, compresa la Valle dell'Alcantara che proprio da e per Trappitello transita con i vari abitanti dei centri della vallata che lavorano da queste parti o che si spostano verso Giardini Naxos ed il vicino casello dell’autostrada A18.
Il presidente dell'assemblea dell'Unione dei Comuni, Roberto Schilirò, ha annunciato una presa di posizione ufficiale del sodalizio comprensoriale del quale fanno parte le amministrazioni di Taormina, Giardini, Letojanni, Castelmola, Gallodoro e Mongiuffi Melia, che chiederà con forza la conferma del 118 a Trappitello. L'Unione dei Comuni, che già di recente aveva invocato un confronto da tenersi alla Regione, per opporsi al depotenziamento dei reparti dell'ospedale di Taormina ora allarga il campo e si oppone al rischio di una chiusura del presidio 118 ubicato in via Cannizzoli.

L'articolo integrale potete leggerlo nell'edizione cartacea – Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook