Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Circuiti sincronici, percorsi conoscitivi delle malattie mentali attraverso l'arte
IL 3 SETTEMBRE

Circuiti sincronici, percorsi conoscitivi delle malattie mentali attraverso l'arte

Venerdì 3 settembre alle 19, nella Chiesa di Santa Maria Alemanna di Messina, Angelo Azzurro Onlus presenta una nuova tappa di A-HEAD, progetto che dal 2017 sviluppa un percorso conoscitivo delle malattie mentali attraverso l’arte, con l’inaugurazione di “Circuiti Sincronici”, mostra bipersonale di Giovanni Calemma e Luca Centola, a cura di Piero Gagliardi, col patrocinio del Comune di Messina e dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura.
L’artista anglo-italiano Giovanni Calemma concepisce le proprie opere attraverso l’originale interazione tra immagine e musica. L’artista materano Luca Centola, invece, rappresenta il silenzio e il grido di rivalsa tra le vedute delle fabbriche di archeologia industriale e gli sconfinati paesaggi delle saline di Margherita di Savoia. Due percorsi stilisticamente diversi che si incrociano in maniera sincronica.

Durante il vernissage, A-HEAD presenterà due nuovi premi internazionali rivolti agli artisti under 35, in memoria di Giovan Battista Calapai e Theodora van Mierlo Benedetti, e il secondo catalogo di A-HEAD edizioni, “Synphonic Synchronicity” di Giovanni Calemma, con i testi di Piero Gagliardi, Stefania Calapai, Robert Mercurio e Giovanna Carlo. Il ricavato della vendita di tutte le opere dal 3 al 16 settembre sarà devoluto a favore del Progetto di Responsabilità Sociale della città di Messina, in memoria di Giovan Battista Calapai, per il sostegno alla disabilità fisica e psichica.
Durante l’evento si terrà una degustazione a cura di Casale del Giglio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook