Lunedì, 20 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fiera Messina, i Giovani Democratici: "Chiediamo soltanto uno spazio da vivere"
L'INTERVENTO

Fiera Messina, i Giovani Democratici: "Chiediamo soltanto uno spazio da vivere"

di
«Inutile ostinarsi a chiedere la revoca di un appalto avviato»
messina, teatro in fiera, Erika La Fauci, Massimo Parisi, Messina, Cronaca
L’area dell’ex quartiere fieristico di messina dopo la demolizione dell’edificio che ospitava il teatro

Il teatro in Fiera, ma non solo. Il dibattito che si è aperto in città da diverse settimane somiglia al brusco risveglio dopo un lungo sonno, provocato dalle ruspe che hanno buttato giù l’ex teatro, restituendo ai messinesi un panorama che sembrava dimenticato: il mare. Protagonista di questa storia è il presidente dell’Autorità di Sistema portuale dello Stretto, Mario Mega, che nella sua ultima apparizione nell’aula del consiglio comunale ha, tra l’altro, evidenziato alcuni punti che, se vogliamo, rappresentano elementi fondanti del dibattito stesso: la palazzina che prenderà il posto dell’ex teatro non sarà un nuovo teatro; verrà avviato un concorso di progettazione per abbattere le cancellate e rendere la fiera un prolungamento della passeggiata a mare; è più che concreta l’ipotesi che anche l’ex Irrera a mare possa essere abbattuto. È un dibattito, questo, a cui si sono iscritte varie anime della città. E lo hanno fatto, con un documento, anche i Giovani Democratici del Circolo di Messina. Secondo Erika La Fauci, segretaria di circolo, e Massimo Parisi, segretario provinciale, «allo stato attuale, piuttosto che ostinarsi nel richiedere la revoca dell’appalto ormai da tempo assegnato ed avviato, sia più costruttivo proporre di aprire al pubblico, in tempi rapidi, gli spazi del quartiere fieristico. Soltanto così, infatti, la città potrà riprendere a godere del suggestivo affaccio sul mare che la Fiera offre. Per questo motivo, una volta messa in sicurezza l’area del nuovo cantiere e le altre zone che possono costituire un pericolo per l’incolumità pubblica, si potrebbe senz’altro procedere all’immediata apertura ed al libero utilizzo di tali spazi da parte dei cittadini».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook