Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Condotta spezzata a Capo D'Orlando, lunedì i lavori per mettere fine all’inquinamento
AMBIENTE

Condotta spezzata a Capo D'Orlando, lunedì i lavori per mettere fine all’inquinamento

di
Grandi quantità di reflui affluiscono in mare vicino al depuratore
capo d'orlando, condotta spezzata, reflui in mare, franco ingrillì, Mario Sidoti, Messina, Cronaca
I danni causati dal maltempo a Capo D'Orlando

Il mare ancora forte e l’approvvigionamento del materiale per mettere in sicurezza il tratto del lungomare di Tavola Grande dove si è rotta la condotta fognaria, hanno imposto il rinvio a lunedì dell’intervento del comune per dire stop all’emergenza ambientale che le mareggiate hanno provocato tranciando la tubatura che scorre sotto la strada. È ormai una settimana che quantità enormi di reflui fognari arrivano a mare. Qui, come ha reso noto il sindaco Franco Ingrillì, si sta pensando allo spostamento della condotta che porta i liquami al depuratore. Il progetto che sta preparando l’architetto Mario Sidoti dell’Ufficio Tecnico prevede che gli 800 metri della nuova condotta vengano interrati lungo la “via del mare” e quindi messi al sicuro dalle mareggiate perché quella strada è lontana dalla battigia almeno 100 metri. Lunedì inizieranno anche i lavori di riempimento con massi della voragine prodottasi nella piazzetta del lungomare Doria così da evitare che i prossimi marosi facciano collassare la parte rimanente della terrazza minando anche la strada che ormai è a contatto con la battigia.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook