Martedì, 26 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina "in rosso": ecco tutte le regole
DOMANDE E RISPOSTE

Messina "in rosso": ecco tutte le regole

di
Dopo il caos delle ordinanze, una Faq su ciò che si può fare e cosa è vietato in città fino al 31 gennaio
cosa si può fare, faq, messina zona rossa, vietato, Messina, Cronaca
Ormai le strade di Messina sono quasi deserte

Per gli spostamenti è sempre necessaria l’autocertificazione?
Sì, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti (esigenze di lavoro, acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità, motivi di salute, stato di necessità imprevisto o per usufruire di servizi o attività non sospese), anche mediante autocertificazione. La veridicità delle autocertificazioni sarà oggetto di controlli successivi e l’accertata falsità di quanto dichiarato costituisce reato. La giustificazione del motivo di lavoro può essere comprovata anche esibendo adeguata documentazione fornita dal datore di lavoro (tesserini o simili), idonea a dimostrare la condizione dichiarata.
Posso fare una passeggiata?
Le passeggiate sono ammesse, in quanto attività motoria, solo in prossimità della propria abitazione. Sono chiaramente ammesse, inoltre, nel caso siano motivate per compiere gli altri spostamenti consentiti (andare al lavoro, motivi di salute o necessità). Per esempio, è giustificato da ragioni di necessità spostarsi per fare la spesa, per acquistare giornali, per andare in farmacia, o comunque per acquistare beni considerati necessari.
Posso andare in un altro comune?
No, a meno che lo spostamento non sia motivato da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
I supermercati sono aperti?
Sì, sono aperti tutti i giorni ad eccezione dei giorni festivi ed è consentita la sola vendita di generi alimentari e dei beni di prima necessità inclusi nell’allegato 23 del Dpcm del 3 dicembre 2020.
Quali attività di commercio al dettaglio sono quindi aperte?
Quelle elencate nell’allegato 23.
Anche gli ambulanti rientrano in questo elenco?
Sì, limitatamente alla vendita di prodotti alimentari e bevande, ortofrutticoli, ittici, carne, fiori, piante, profumi, cosmetici, saponi, detersivi, altri detergenti, biancheria, confezioni e calzature per bambini e neonati. Sì anche ai distributori automatici.
Queste attività dovranno chiudere da domani, venerdì 15 gennaio?
Non più: questa era una prescrizione originariamente prevista nell’ordinanza del sindaco, poi revocata.
I negozi che non rientrano nell’elenco dell’allegato 23 possono effettuare la vendita a domicilio?
Sì, senza riaprire il locale e nel rispetto dei requisiti igienico-sanitari, sia per il confezionamento che per il trasporto.
Quali attività possono rimanere aperte anche nei festivi?
Edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie, secondo gli ordinari orari di lavoro.
I mercati sono aperti?
No, ad eccezione delle attività che vendono solo generi alimentari.
Posso andare al centro commerciale?
I centri commerciali restano chiusi, come gli outlet, ad eccezione delle attività commerciali consentite (allegato 23 del Dpcm 3 dicembre) e di farmacie, parafarmacie, edicola e tabacchi.
Posso andare al bar o al ristorante?
Bar, pizzerie, ristoranti, gelaterie e locali possono effettuare solo servizio d’asporto, dalle 5 del mattino alle 22, e servizio a domicilio. Non si può consumare né all’interno del locale né in prossimità dello stesso.
L’asporto sarà consentito anche da domani, venerdì 15?
Sì, il divieto era previsto dall’ordinanza del sindaco revocata martedì sera. Ma per i bar dovrebbe scattare il nuovo Dpcm, con asporto fino alle 18.
I panifici sono aperti?
Sì, anche in questo caso per asporto e servizio a domicilio. Consentito anche l’acquisto di rustici, focaccia e altri prodotti gastronomici (in un primo momento vietato anch’esso dall’ordinanza del sindaco, ormai revocata).
Gli autogrill sono sempre aperti?
Sì, così come gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande a servizio di aeroporti e ospedali.
I barbieri e i parrucchieri sono aperti?
Sì, sono tra i servizi alla persona consentiti, a differenza degli estetisti.
Quali sono gli altri servizi alla persona consentiti?
Lavanderie e servizi di pompe funebri.
Posso acquistare articoli per la prima infanzia?
Sì, sono considerati beni di prima necessità (ad esempio lettini, passeggini, seggiolini per auto, etc.).
Cosa succede nei negozi di abbigliamento sia per bambini che per adulti?
Possono rimanere aperti, limitandosi alla vendita di soli prodotti per bambini.
Gli uffici pubblici sono aperti?
Una circolare della Protezione civile ha chiarito che le attività degli uffici pubblici possono continuare ad essere svolte secondo le modalità da remoto e di lavoro “agile”. Sono escluse dalla sospensione dell’attività degli uffici pubblici i servizi essenziali e di pubblica utilità per come individuati dalla normativa di cui alla legge n. 146/1990.
Si può andare a messa?
Sì, le funzioni religiose sono consentite, nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo con le singole confessioni. Stesso discorso per funerali e matrimoni.
I musei sono aperti?
No, rimangono chiusi.
Posso recarmi in cimiteri e ville comunali?
Teoricamente sì. La chiusura di cimiteri, giardini e ville comunali era stata disposta dall’ordinanza del sindaco del 10 gennaio, revocata martedì sera. Al momento, dunque, e fino a quando non verrà emanato un nuovo provvedimento di chiusura, queste strutture possono rimanere aperte, ma ieri erano chiuse.
Posso conferire i rifiuti differenziati nelle isole ecologiche?
No, MessinaServizi ha comunicato che le isole ecologiche rimarranno chiuse fino al 31 gennaio.
Posso andare a pesca o a caccia?
No, non rientrano tra le attività consentite.
Quali attività sportive posso svolgere?
Le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali sono sospese, ad eccezione di attività riabilitative o terapeutiche e per gli allenamenti degli atleti, professionisti e non professionisti, che devono partecipare a competizioni ed eventi riconosciuti di rilevanza nazionale. Sono sospese anche l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere in centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sia all’aperto che al chiuso. Vietati anche gli sport di contatto e le competizioni amatoriali.
Le attività motorie sono consentite?
L’attività motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione. È obbligatorio rispettare la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e indossare dispositivi di protezione individuale. Tra le attività motorie è incluso l’utilizzo della bicicletta (anche come mezzo di spostamento per i motivi consentiti).
Le attività di edilizia privata sono consentite?
Sì. Il divieto era stato previsto dall’ordinanza del sindaco a partire da domani, venerdì 15, ma la revoca dell’ordinanza ha fatto venir meno il divieto stesso.
Le scuole dell’obbligo riapriranno anche a Messina il 18 gennaio?
No, tutte le attività scolastiche (compresi asili e scuole dell’infanzia) sono sospese fino al 31 gennaio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook