Domenica, 17 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Minacciava di morte due giocatori di colore dell'Orlandina basket e una ragazza: arrestato
CAPO D'ORLANDO

Minacciava di morte due giocatori di colore dell'Orlandina basket e una ragazza: arrestato

Identificato ed arrestato l’uomo che da mesi minacciava di morte sulla rete due giocatori di colore dell’Orlandina basket, militante nel campionato nazionale di serie A2 ed una ragazza di Capo d’Orlando, rea di essere loro amica. E’ un orlandino di 45 anni che dovrà rispondere anche delle pesanti accuse di propaganda ed istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale.

Usando falsi profili sui social, l’uomo, incensurato, minacciando di morte le tre vittime, aveva cagionato loro un notevole stato d’ansia e paura tanto da far loro modificare abitudini di vita e professionali. Inoltre istigava sulla rete altri utenti a commettere atti di violenza per motivi razziali e etnici nei confronti delle persone con la pelle nera. “

Vi brucerei vivi”, “muori negro”, “sono un razzista convinto” sono solo alcune delle frasi minacciose che l’uomo, ossessionato da sentimenti di invidia e di disprezzo per la pelle nera, rivolgeva alle sue vittime. Faceva inoltre intendere che sapeva dove abitassero e che sarebbe passato presto alle vie di fatto. All’uomo sono stati sequestrati il pc ed i telefonini che comproverebbero tutte le tesi accusatorie.

L’uomo si trova agli arresti domiciliari su ordinanza emessa su richiesta del sostituto procuratore Andrea Apollonio dal Gip presso il Tribunale di Patti Andrea La Spada. Pare che dal sequestro del computer e dei telefonini. Sull’edizione della Gazzetta del Sud di domani tutti i particolari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook