Martedì, 22 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
IL FUNERALE

L'addio di Villafranca a Claudio, morto nell'incidente a Milazzo

di

Una comunità intera ha dato ieri pomeriggio l’estremo saluto al diciassettenne Claudio Lo Verde, il ragazzo morto nello scontro con una betoniera nei pressi della Raffineria di Milazzo.

I compagni della classe V B Elettrotecnica dell’Istituto tecnico industriale “Ettore Majorana” di Milazzo con indosso una maglietta di colore bianco, le rappresentanze d’Istituto, con il dirigente Stello Vadalà, i militari del Reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri di Messina e della Stazione di Villafranca, il sindaco Matteo De Marco, gli amici e i conoscenti hanno affollato la chiesa “Nostra Signora di Lourdes” per stringersi al dolore, troppo grande, di papà Roberto, della madre Rosy e della sorella Silvia, per la perdita del giovane villafranchese nel drammatico incidente stradale di venerdì scorso, in scooter, alle porte di Milazzo, nella zona della Raffineria.

A rincuorare gli animi afflitti da un vuoto incolmabile sono stati il docente di Religione del “Majorana”, padre Giovanni Saccà, e il cappellano militare don Rosario Scibilia, insieme al parroco di Villafranca Nino Pelleriti.

«È un momento amaro, molto amaro – ha sottolineato nell’omelia, con la voce rotta dalla commozione, padre Nino Pelleriti. – Come Gesù alla madre rimasta vedova, diciamo a papà Roberto e mamma Rosy “Non piangete!”». Poi ha ricordato il giovane Claudio: «Era un ragazzo volenteroso e generoso con tutti».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook