Mercoledì, 20 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'APPALTO

Santo Stefano di Camastra, sospesa la gara per il restauro del santuario Santa Croce

di

Il Dipartimento regionale tecnico dell'assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità ha sospeso, per una serie di inadempienze ed illegittimità, la procedura di gara per l'appalto dei lavori relativi al restauro e alla ristrutturazione del santuario “Santa Croce Scala Coeli-Letto Santo” di Santo Stefano di Camastra.

La partecipazione alla gara d'appalto era stata chiusa alle 13 dello scorso 23 gennaio. Le migliorie al progetto e i ribassi alla base d'asta delle 20 imprese partecipanti erano al vaglio dell'Urega, ufficio che, su disposizione ora del Dipartimento Regionale, ha dovuto interrompere i lavori.

L'organo tecnico di controllo avrebbe, in sostanza, accolto il ricorso con le obiezioni sollevate dall'architetto Giacomo Mincica, titolare di un precedente incarico progettuale risalente al 2008 e con gli adeguamenti fino al 2016, affidatogli congiuntamente dalla Parrocchia San Nicolò di Bari e dal Vescovo della Diocesi di Patti.

il progetto originale a firma dell'architetto Giacomo Mincica è stato finanziato nel settembre del 2016 con i fondi Patto per il Sud per un importo di 4 milioni e 800 mila euro, come risulta agli atti dell'amministrazione regionale. Successivamente, per motivi di non facile comprensione, il progetto è stato sostituito con quello di un altro architetto per un importo dimezzato di 2 milioni e 680 euro. In merito alla ingarbugliata vicenda pare che sia in atto un'indagine della Procura della Repubblica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook