Domenica, 21 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
LA SVOLTA

Morte di un bimbo cardiopatico a Messina, nuova perizia in appello

di
messina, morte bimbo cardiopatico, processo appello, matteo rosana, Messina, Sicilia, Cronaca
Tribunale di Messina

Si riapre, in appello, il processo per la morte di Matteo Rosana, il bambino di 7 anni cardiopatico morto nell'ottobre del 2008 dopo tre interventi chirurgici, eseguiti all'ospedale “San Vincenzo” di Taormina. Il giudice monocratico Rosa Calabrò, a conclusione del processo di primo grado, aveva assolto tutti i medici e gli infermieri che avevano assistito il piccolo paziente, accusati di omicidio colposo e falso, decidendo la formula «perché il fatto non sussiste».

Dopo la sentenza di primo grado la madre del piccolo, che è assistita in questa vicenda dall'avvocato Tommaso Autru Ryolo, aveva proposto un atto d'appello per i capi civili.

E la Corte d'appello presieduta dal giudice Maria Celi, dopo essere stata a lungo in camera di consiglio, ha emesso un'ordinanza con cui ha riaperto l'istruttoria dibattimentale, disponendo una nuova perizia medico-legale sulla vicenda. Il processo è stato poi rinviato al 22 maggio prossimo.

Per saperne di più leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Messina in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook