Venerdì, 02 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Maltempo alle Eolie, danni alle case per una mareggiata a Lipari. Disagi in tutta la Sicilia
MALTEMPO

Maltempo alle Eolie, danni alle case per una mareggiata a Lipari. Disagi in tutta la Sicilia

di
maltempo eolie, Messina, Sicilia, Cronaca
Mareggiata nella frazione di Canneto ieri

Isole minori eoliane ancora isolate. Un aliscafo, invece, collegherà Milazzo con Vulcano - Lipari e Rinella. È stata una notte infernale a Canneto (Lipari) dove il vento e il mare in tempesta l'hanno fatta da padroni. I marosi, superando il muraglione delimitatorio, hanno invaso praticamente tutto il lungomare (Da Unci a Calandra), rendendolo intransitabile in quanto ricoperto da "laghi" di acqua salmastra, sabbia e detriti vari. Il mare, in alcuni punti, è penetrato all'interno degli immobili, causando danni. La maggior parte di questi nella zona di Calandra. Diversi gli interventi dei vigili del fuoco.

Il vento continua a sferzare anche la provincia di Ragusa. Sono stati 35 gli interventi dei volontari di Protezione Civile nel corso della notte e dalle prime ore del mattino nell’area urbana del capoluogo. Chiuse le ville e i giardini comunali, il Parco del Castello di Donnafugata e i cimiteri. A causa di alberi caduti, tettoie, tegole, recipienti e lamiere divelte, molte strade urbane sono state chiuse al transito. Il sindaco invita i cittadini a spostarsi solo se necessario.

A causa delle avverse condizioni meteorologiche dal pomeriggio di ieri i Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno effettuato diversi interventi di soccorso nei confronti di automobilisti in difficoltà per la neve caduta nelle zone montane della provincia In diversi casi i
militari sono intervenuti per la caduta di alberi, tabelloni pubblicitari e pali a seguito delle forti raffiche di vento. In particolare pattuglie dei Carabinieri sono intervenute sulla strada provinciale 25, tra Melilli, Villasmundo e Sortino, il transito è stato consentito solo con catene a bordo. Sulla provinciale 9 Sortino-Carlentini un pulmino per trasporto disabili è rimasto in panne. I Carabinieri hanno atteso l’arrivo
dei familiari che li hanno prelevati e portati a casa.

Maltempo nel Messinese, le immagini dalle Eolie: neve sui monti e mare in tempesta

Auto danneggiate, alberi caduti, strade impraticabili e imbarcazioni che rischiano di affondare. Il maltempo continua a flagellare il Palermitano. Ieri sera le forti raffiche di vento che hanno raggiunto i 100 chilometri orari hanno abbattuto una palma secolare nella  centralissima Piazza Crispi, fortunatamente senza danni per automobilisti e passanti. Numerose le segnalazioni di alberi caduti per strada.

In piazza XIII Vittime il monumento in ferro ai caduti nella lotta alla mafia per diverse ore ha oscillato pericolosamente. I vigili del fuoco sono intervenuti anche nel porticciolo dell’Arenella dove alcune imbarcazioni rischiavano di affondare per il mare agitato. I collegamenti marittimi con l’isola di Ustica sono interrotti mentre i traghetti per Napoli e Genova sono partiti solo questa mattina e quello per Livorno ha preso il largo con alcune ore di ritardo.

Squadre dei vigili del fuoco e della Protezione Civile sono intervenute anche in diverse zone della provincia a causa della neve che ha bloccato numerosi automobilisti, soprattutto sulle strade delle Madonie. Al momento è interrotto il transito verso la stazione sciistica di Piano Battaglia.

A seguito dei forti venti, neve e gelate che in queste ore hanno flagellato il sud est della Sicilia causando ingenti danni all’agricoltura, già domani mattina l’Assessore regionale per l’Agricoltura, Edy Bandiera, si recherà nei territori di Pachino, Portopalo e Ispica per una prima ed immediata ricognizione dei danni subiti dal territorio e dalle aziende agricole. «Stamani sono già stati inoltre prontamente allertati - si legge in una nota dell’assessorato - gli Ispettorati provinciali dell’Agricoltura, che domattina, essendo peraltro il danno ancora in corso, si  recheranno sul campo per una prima stima dei danni, presupposto fondamentale per avviare qualsiasi iniziativa a tutela dell’agricoltura».

Domani scuole chiuse a Siracusa per consentire ai tecnici comunali di effettuare i controlli sugli edifici dopo l’ondata di maltempo e il forte vento del weekend. Intanto la protezione civile è al lavoro da stanotte su tutto il territorio comunale, dove si stanno sgomberando le carreggiate ostruite da alberi caduti e detriti trascinati dal maltempo. Le intense raffiche di vento delle ultime ore hanno anche danneggiato i pannelli della pensilina dello stadio, pertanto per motivi di sicurezza è stata rinviata la partita in calendario per oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook