Mercoledì, 17 Ottobre 2018
MESSINA

Ancora un'auto a 100 all'ora su via Garibaldi

di
autovelox, messina, via garibaldi, Messina, Archivio
autovelox

Qualcuno lo ha già ribattezzato l'autodromo Garibaldi. E potrebbe non essere un'esagerazione visto che nella trafficata via Garibaldi soprattutto di sera gli automobilisti si trasformano in piloti di formula 1. Per la terza volta in pochi giorni gli uomini della sezione operativa Mobile della Polizia Municipale hanno sorpreso un cittadino sfrecciare a 100 chilometri all'ora sulla centralissima arteria con la sua Mini Cooper. Un siluro praticamente sganciato fra auto in transito e alcuni passanti increduli. L'autovelox della Polizia Municipale ha rilevato per la precisione una velocità pari a 99 chilometri all'ora. All'automobilista è stata elevata una multa di 532 euro e gli sono stati decurtati 6 punti dalla patente. Con l'augurio che queste sanzioni possano rappresentare un deterrente per lui e per i tanti potenziali campioni del pedale che scambiano la via Garibaldi per una pista e che mettono a repentaglio la loro e soprattutto l'altrui incolumità per un momento di stupida vanità, quella di essere osservati mentre si sfreccia a velocità esagerata.
Nel corso dei controlli sono stati multati complessivamente 58 automobilisti che hanno superato i limiti di velocità. Sono state elevate contravvenzioni pari a 6500 euro e decurtati 99 punti dalle patenti. Come al solito sono stati sequestrati anche cinque veicoli privi di copertura assicurativa. Particolare curioso. Un giovane aveva modificato la propria bicicletta elettrica priva di targa applicandole un acceleratore e trasformandola in un vero e proprio ciclomotore. Ingegnoso però non è bastato ad evitare una multa da 6000 euro ed il sequestro del mezzo che ora sarà confiscato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X