Sabato, 23 Febbraio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Nuova mafia barcellonese,
29 condanne

di
mafia barcellonese, Messina, Sicilia, Archivio
Nuova mafia barcellonese, 29 condanne

Ventinove condanne. Per altrettanti esponenti della mafia emergente barcellonese e tirrenica, tra ragazzini e vecchi capi, la nuova Cosa nostra messa nero su bianco dall’operazione “Gotha 5”. Ecco la sententa di ieri pomeriggio, a conclusione della maxi udienza preliminare davanti al gup Eugenio Fiorentino, per l’indagine sulla riorganizzazione dei vari gruppi che avrebbero cercato di rimpiazzare i capi storici, rinchiusi in carcere da tempo, per tornare ad esercitare il controllo del territorio della provincia tirrenica, attraverso estorsioni a commercianti e imprenditori, e anche con il traffico di droga. Tutte vicende al centro dell’operazione “Gotha 5” ma anche dei filoni successivi “Gotha 5 bis” e “Gotha 5 ter”, condotte dai carabinieri del Ros e dal Commissariato di polizia di Barcellona. Complessivamente erano 29 gli imputati giudicati con il rito abbreviato, e per tutti i pubblici ministeri della Direzione distrettuale antimafia Vito Di Giorgio e Angelo Cavallo, nel maggio scorso, avevano chiesto la condanna.

La sentenza.

Si tratta di 29 posizioni complessive con pene decise dal gup che vanno dai 9 anni ai 6 mesi, a tutti i collaboratori di giustizia è stata concessa la speciale attenuante, così come sono stati stabiliti risarcimenti anche cospicui a carico degli imputati per le tante parti civili costituite.

Il dettaglio: Alessio Alesci, 5 anni e 8 mesi; Salvatore Artino, 3 anni e 10 mesi; Santino Benvenga, 4 anni; Antonino Biondo, 8 anni; Angelo Bucolo, 6 anni e 10 mesi; Tindaro Calabrese, 6 anni; Salvatore Calcò Labruzzo, 6 anni e 10 mesi; Antonino Calderone, un anno (in “continuazione” con la sentenza “Pozzo 1”); Giuseppe Cammisa, 8 anni e 4 mesi; Agostino Campisi, 6 mesi (in continuazione con la sentenza “Vivaio”); Salvatore Campisi, 4 anni; Marco Chiofalo, 9 anni; Salvatore Chiofalo, 4 anni; Carmelo Crisafulli, 4 anni; Bartolo D’Amico, 8 anni e 10 mesi; Miloud Essaoula, 2 anni e 6 mesi; Giovanni Fiore, 3 anni e 2 mesi; Antonino Genovese, 3 anni e 6 mesi; Santo Gullo, 3 anni e 8 mesi; Filippo Munafò, 6 anni e 8 mesi; Franco Munafò, 3 anni e 10 mesi (in “continuazione” con la sentenza “Palano”); Giuseppe Ofria, 9 anni (esclusa la qualifica di capo promotore in relazione al traffico di stupefacenti); Mario Pantè, 5 anni e 2 mesi; Giovanni Pino, 7 anni e 8 mesi; Giuseppe Reale, 6 anni e 8 mesi; Orazio Salvo, 7 anni e 4 mesi; Nunziato Siracusa, 6 mesi (in “continuazione” con la sentenza “Vivaio”); Sebastiano Torre, 8 anni; Maurizio Trifirò, 6 anni e 6 mesi.

Le richieste dell’accusa.

I pm Vito Di Giorgio e Angelo Cavallo il 4 maggio scorso avevano richiesto al gup Fiorentino 29 condanne per oltre 200 anni di carcere. Ecco il dettaglio: Salvatore Calcò Labruzzo (12 anni), Giuseppe Cammisa (14 anni) e Sebastiano Torre (14 anni). Sei i collaboratori di giustizia, per loro era stata chiesta la condanna ma con la concessione dell’attenuante per la collaborazione (accordata a tutti in sentenza). In particolare i pm avevano chiesto per Alessio Alesci 5 anni e 4 mesi, per Salvatore Artino 4 anni, per Salvatore Campisi 3 anni e 8 mesi, per Santo Gullo 3 anni e 8 mesi, per Franco Munafò 4 anni e per Nunziato Siracusa 8 anni e 6 mesi (in “continuazione” con una precedente sentenza). Le altre richieste: Santino Benvenga, 4 anni e 8 mesi; Antonino Biondo, 8 anni; Angelo Bucolo, 10 anni; Tindaro Calabrese, 9 anni; Antonino Calderone, 9 anni; Agostino Campisi, un anno e 2 mesi; Marco Chiofalo, 8 anni e 8 mesi più 6 anni; Miloud Essaoula, 2 anni; Antonino Genovese, 3 anni e 4 mesi; Filippo Munafò, 8 anni; Giuseppe Ofria, 8 anni e 8 mesi più 6 anni; Mario Panté, 10 anni; Giovanni Pino, 12 anni; Giuseppe Reale, 8 anni; Orazio Salvo, 10 anni; Maurizio Trifirò, 7 anni e 2 mesi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X