Domenica, 23 Settembre 2018
MESSINA

Radici affioranti, la situazione migliore

di

I lavori stanno andando avanti a ritmo serrato. Dopo la zona del belvedere di Cristo Re, anche il primo tratto di panoramica è stato completato. Nel giro di due mesi, tre al massimo, dovrebbero essere ultimati gli interventi più urgenti previsti dal comune. Il programma prevede l’altro lato di Viale Principe Umberto, sempre nella zona di Cristo Re, il viale Italia, nei pressi di via Noviziato e la Panoramica, all’altezza del Parnaso. Le radici degli alberi che invadevano la carreggiata e rendevano pericoloso il transito soprattutto dei mezzi a due ruote stanno pian piano sparendo. L’impatto estetico delle zone in cui i lavori sono stati ultimati è indubbiamente d’effetto. La strada di nuovo in piano. Gli alberi salvi. Almeno quelli che erano ancora in buone condizioni. Il progetto generale di sistemazione delle zone in cui l’asfalto era stato sollevato dalle radici ha costretto il comune ad abbattere alcuni arbusti che erano ormai andati, ma si tratta solo di una piccola parte. Il grosso degli alberi è rimasto dov’era. Le spese sono state tutto sommato contenute. Alla fine tutti gli interventi costeranno circa un milione e centomila euro, comprese le spese per lo studio e la consulenza dell’agronomo che si è occupato di analizzare uno per uno gli alberi e decidere la procedura da seguire, caso per caso. All’Eden Park, per esempio,era stato originariamente previsto di intervenire con la nuova tecnica sperimentale dei granchi, sostanzialmente dei piccoli igloo che dovevano essere sistemati sotto l’albero per indirizzare le radici. Si è scelto alla fine di utilizzare il metodo di Cristo Re che si prestava maggiormente alle caratteristiche dell’area. Si riproverà con gli igloo invece nella zona del Parnaso. L’effetto estetico, resterà comunque lo stesso. E qualche perplessità sul tema in questi giorni è stata sollevata. Perché se è vero che le radici non sollevano più l’asfalto, è anche vero che la larghezza della carreggiata è stata sensibilmente ridotta. Di fatto, si continua a transitare nello stesso spazio in cui transitava prima, quando c’erano le strisce gialle a terra. Altro problema segnalato, quello delle pietre sistemate attorno agli alberi. Auto e mezzi pesanti di passaggio finiscono spesso con l’entrare nello spazio e trascinarle sulla strada. Servirebbe, probabilmente, qualche accorgimento per evitarlo. Sono comunque piccoli dettagli, sui quali l’amministrazione potrà lavorare nei prossimi mesi. E a proposito di lavori, a breve dovrebbero essere avviati quelli per le ville e il verde in città. Ci sono due appalti da 120mila euro finanziati che riguardano la riqualificazione di villa Dante e della villetta di Piazza Castronovo. Sono le prossime scommesse nel settore del verde pubblico. 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X