Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Pronte le nuove sfide
dell'Unione Europea

gozi, Messina, Archivio

Secondo giorno oggi di celebrazioni per il 60àAnniversario della Conferenza di Messina . Dopo l’apertura di ieri, ospite d’onore a Palazzo Zanca il presidente della commissione affari esteri del Senato Pier Ferdinando Casini, oggi importante appuntamento nell’Aula Magna dell’Università, dove ha preso il via la due giorni dedicata al dibattito su “Le sfide dell'Unione Europea a 60 anni dalla Conferenza di Messina”. Il convegno internazionale, organizzato dall'Ateneo di Messina, dall'Intercenter e dalla cattedra di Diritto internazionale del Dipartimento di Scienze umane e sociali, vede la partecipazione di studiosi italiani e stranieri esperti in materia e punta ad analizzare il cosiddetto “spirito di Messina” e ad esaminare le nuove sfide che l'Europa deve affrontare. La prima giornata è stata divisa in due sessioni: la prima sui “Profili politici-istituzionali”, tenutasi in mattinata e  presieduta dal presidente emerito della Corte costituzionale Gaetano Silvestri: e la seconda, nel pomeriggio, su “I diritti della persona”. 

Nell’ambito delle iniziative per il 60° anniversario della Conferenza di Messina al Palacultura è stata inaugurata la mostra “La Sicilia, l’Europa” presente il sottosegretario  alla presidenza del consiglio dei ministri con delega agli affari europei, Sandro Gozi. Quindi il convegno “Conflitti e politiche per la pace del Mediterraneo” al quale è seguito un dibattito.

Domani dalle 9 nell’auditorium del Palacultura  si terrà invece il convegno “Messina 60 anni dopo. Dalla piccola Europa alla unificazione del continente”.

Sabato sessione  conclusiva alle 9 a  Palazzo Zanca  con interventi del sindaco Accorinti e dell’assessore Perna. Alle 11 l’intervento del presidente del Senato Pietro Grasso.

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Giovanni Ardizzone, ha incontrato stamattina a Bruxelles il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker. L’incontro è avvenuto nella sede del Parlamento europeo.  Ardizzone  ha consegnato a Juncker una targa-ricordo per il 60° anniversario della Conferenza di Messina

“Era giusto ricordare la Conferenza di Messina – ha detto Ardizzone - perché se oggi abbiamo un’Unione europea con 28 stati membri, e altri candidati a entrarvi, lo si deve certamente a quell’incontro”.  

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X