Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Trasporto studenti, chiesto intervento del Prefetto

di
studenti disabili trasporto, Messina, Archivio

Arriva in Prefettura la richiesta d’aiuto lanciata dai genitori degli studenti disabili che dall’otto aprile sono costretti a restare a casa per l’interruzione del servizio di trasporto. Solite beghe burocratiche fra Provincia e cooperative che si assicurano gli appalti con ribassi improbabili e poi non hanno i soldi per pagare gli stipendi. Ieri una delegazione di lavoratori, sindacalisti ed il rappresentante del comitato “Genitori figli speciali, Antonio Bonomo ha incontrato il prefetto  vicario, Maria Antonietta Cerniglia. I sindacalisti hanno rappresentato la preoccupazione che le cooperative facciano ricorso a lavoratori esterni e paghino gli stipendi solo a quanti non si sono astenuti dal lavoro in questi giorni. Bonomo ha invece consegnato al prefetto vicario una copia dell’esposto presentato in Procura per interruzione di pubblico servizio. Lasciare i ragazzi portatori di handicap a casa significa non solo interrompere il percorso didattico ma, fatto ancora più grave, quel processo d’integrazione assolutamente indispensabile.  La dottoressa Cerniglia ha assicurato l’intervento della Prefettura in entrambe le direzioni, a tutela dei lavoratori e degli studenti. E oggi una lettera aperta di un genitore di un ragazzo disabile appartenente al comitato racconta lo sconforto e il senso di impotenza che può assalire in questi casi.   La mancanza di operatori, i mezzi insufficienti, i figli privi dell’assistenza necessaria. La grande dignità dei genitori ed il sollievo al ritorno a   casa dei figli. Di quelli che hanno la fortuna di poter andare a scuola. Anche oggi siamo stati fortunati –sospirano- non è successo nulla di grave. E poi un pensiero anche per i  lavoratori delle cooperative di trasporto. Scrive il genitore nella lettera aperta:  “non hanno lo stipendio da quattro mesi, alcuni piangevano a chiedevano scusa per i nostri figli”.

Un dramma nel dramma di questa città indifferente ormai a tutto. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X