Lunedì, 24 Settembre 2018
MESSINA

Consumo territorio
la città gode di
ottima salute

piano regolatore messina, Messina, Archivio

Uno scempio visivo soltanto. Ma il territorio di Messina gode di ottima salute. E’ il risultato dello  studio sull'effetto cumulativo degli impatti,   monitoraggio di valutazione ambientale,  del dipartimento urbanistica del Comune che pone fine ad ogni speculazione sul presunto assalto del territorio e in particolare sul consumo illegittimo degli habitat nelle zone a protezione speciale. Consumo risultato persino inferiore agli standard dettati dall’Unione europea e cioè all’1%. Se la città esteticamente è brutta – ha spiegato l’assessore Sergio De cola- lo si deve all'assenza di pianificazione urbanistica e perchè si è operato puntando al massimo profitto e spesso nel totale disinteresse per il bellissimo paesaggio. Ma non ci sono danni irreparabili dal punto di vista ambientale. L’elaborato già spedito al Ministero, arriverà anche a Bruxelles da cui un anno fa, proprio per la mancanza di tale analisi, era già partita la procedura di pre-infrazione nei confronti del Comune di Messina attraverso la Regione Siciliana. Se si fosse passati al riconoscimento dell’infrazione, l’ente di competenza ( ballottaggio polemico fra Palazzo Zanca e Palermo)  avrebbe subito una maxi ammenda di 100mila euro al giorno. In attesa del nuovo piano regolatore, definito dalla giunta  “sostenibile”, è pronta la variante di salvaguardia che deve passare dal vaglio del consiglio comunale. Sono state cassate nuove autorizzazioni a sventrare  le colline e ridotte quelle  a costruire vicino ai laghi di Ganzirri. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X