Sabato, 15 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
S.VALENTINO

Anche l'Ass. Lo Bello alla manifestazione per lo Stretto

Messina si prepara alla grande manifestazione di sabato prossimo. La città questa volta non si vuol fare trovare impreparata di fronte ai paventati tagli delle Ferrovie dello Stato che di fatto sancirebbero l’isolamento della Sicilia dal resto d’Italia.  Giorno dopo giorno crescono le adesioni alla mobilitazione  di San Valentino per impedire che si concretassi il paese che Trenitalia ha in mente come si evince dal suo sito ufficiale dove sono stati esclusi dalla cartina geografica Sicilia e Sardegna. Ed alla testa del corteo, ci sarà il sindaco Renato Accorinti che tornerà ad indossare i panni del manifestante come mille volte gli è accaduto in passato. Il primo cittadino ha lanciato un appello ai messinesi perché partecipino in massa ad un’iniziativa che deve mettere la questione stretto di Messina al primo posto fra le richieste da rivolgere al governo centrale. Ci sono in ballo il sistema di attraversamento del gommato e dei treni ma anche centinaia di posti di lavoro e lo sviluppo economico non solo di Messina e Reggio ma dell’intero mezzogiorno. Accorinti chiede che i messinesi scendano in piazza al di là di ogni appartenenza politica o ideologia.

Una scelta apprezzata dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Oceano, Genovese e Catania che la definiscono un salto di qualità nella rappresentanza amministrativa ed istituzionale ed un valore aggiunto che a questo territorio finora è mancato.

La vertenza è complessa –lamentano i tre segretari generali - ed ha bisogno del sostegno e dell’impegno di tutte le comunità che da questo ennesimo scippo di infrastrutture, dalla cancellazione di qualsiasi investimento in quest’area, subiscono in danno irreparabile per il presente e per il futuro. Cgil, Cisl e Uil dunque sabato scenderanno in piazza e ci sarà naturalmente l’Orsa il sindacato che da anni sta portando avanti la battaglia per impedire lo smantellamento di FS nello Stretto. In queste ore è nato il Movimento Popolare 14 febbraio” che raggruppa  movimenti politici , associazioni civiche , centri sociali e sindacati, siciliani e calabresi, con l’intento di promuovere e rivendicare il diritto alla mobilità e il rilancio del sistema di traghettamento ferroviario sullo stretto come indicato in un documento che sarà consegnato al Governatore Crocetta. 

E oggi pomeriggio, attraverso un comunicato del movimento il Megafono, il Governo Regionale ha confermato la partecipazione alla manifestazione di Sabato. A Messina ci sarà la vice Presidente della Regione Mariella Lo Bello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X