Mercoledì, 16 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Ex Ferrotel, dopo il blocco nasce una speranza

Sono esasperati da una storia infinita, forse la vertenza più lunga riguardante lavoratori del comparto ferroviario.  Oggi sono tornati a manifestare, ormai non gli resta che occupare  i binari affinché le istituzioni si ricordino di loro. Sono venti, hanno perso il lavoro 4 anni fa quando le ferrovie hanno chiuso l’hotel dove alloggiava il personale in transito da Messina. Da un anno poi, hanno esaurito ogni tipo di ammortizzatore sociale. Contano sull’intervento della regione per una ricollocazione  in altri settori del comparto ferroviario, addirittura nei mesi scorsi si era ipotizzato anche un loro impiego nelle navi Bluferries. L’assessore regionale ai trasporti Giovanni Pizzo non li ha incontrati neanche questa mattina, giorno stabilito proprio in occasione dell’ultima occupazione del binario 10, il 26 gennaio scorso. Fu l’intervento della prefettura a farli desistere dalla protesta consentendo all’intercity per Roma di riprendere il viaggio dopo 90 minuti. Ma oggi, a Palermo è stato disatteso anche l’impegno preso con l’ufficio di governo. Ora il nuovo appuntamento, fissato per dopo domani, con qualche speranza in più. Per una ricollocazione che sembra certa ma solo quando le Fs avranno siglato il contratto di servizio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X