Mercoledì, 19 Settembre 2018
MESSINA

Mariti violenti,
picchiate le mogli

Ancora due casi di violenza sulle donne scoperti a Messina dalla Polizia. Gli agenti delle Volanti hanno arrestato un messinese che ha colpito ripetutamente alla testa la moglie e la suocera, intervenuta a difesa della figlia, con una grossa tenaglia. Il tutto sotto gli occhi della figlia di pochi anni. L’uomo, avrebbe agito per gelosia sotto l’effetto dell’alcol, distruggendo anche. Vasi, piatti, bicchieri, tavoli, sedie e persino due porte dell’appartamento. La moglie, trasportata in ospedale, ha riportato la frattura del naso, trauma cranico, contusioni alle braccia ed una prognosi di 25 giorni. 

Nel secondo caso sempre la Polizia ha arrestato un 28enne incensurato che ha usato una cintura in cuoio con fibbia in metallo per colpire ripetutamente la moglie di 24 anni. Alle cinghiate sono seguite calci e pugni finchè la donna ha afferrato un coltello per difendersi. La scena è avvenuta davanti alla  figlia di 8 mesi e ad una di 3 anni. Quest’ultima avrebbe tentato di allontanare il padre dal quale è stata spintonata.

L’uomo è stato arrestato per lesioni personali aggravate e denunciato per i minacce gravi. Quando, infatti, la moglie gli ha comunicato di volerlo denunziare, lui l’ha minacciata di morte.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook