Giovedì, 17 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Riciclaggio di rame
I centri di raccolta
in città e a Venetico

Sgominata la centrale siciliana per la 'raccolta e smaltimento' di rame rubato ed eseguito un maxi sequestro di 'oro rosso'. E' il bilancio dell'operazione Red carpet, coordinata dalla Procura di Messina che ha portato i carabinieri di Caltanissetta a eseguire 4 ordinanze di custodia in carcere e al sequestro preventivo di due aziende e di 28,6 tonnellate di rame. E' la più grossa quantità di 'oro rosso' sequestrata in una sola occasione sino ad ora in Italia. In manette i fratelli messinesi Alberto, Antonino e Luciano Di Basi, di 27, 31 e 30 anni, gestori della ditta Messina Metalli, con sede a Maregrosso, in via Don Blasco, e Lucia Spadaro, 38 anni, responsabile della Metal Rottami srl, con sede a Venetico. I tre centri fungevano da centri di raccolta dell'oro rosso, poi trasportato a Pontedera, per essere fuso.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X