Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

«Isola forever», sfila il popolo dei sì

Da ospite d’eccezione s’è trasformato in presentatore, Nino Frassica, accolto tra gli applausi e i flash dai tanti messinesi accorsi in via dei Mille. Ma tante altre le “Voci per l’isola”, che ieri hanno risuonato in un caldo pomeriggio estivo, per un evento ideato dai giornalisti e critici Sergio Di Giacomo, Giuseppe Ruggeri e Gigi Giacobbe, sposato dal mondo della cultura e dello spettacolo messinese nella «consapevolezza che l’isola pedonale del centro cittadino, sia autentica agorà, luogo di socializzazione, scambio, passeggio, animazione culturale per famiglie, bambini, pedoni e cittadini non solo del centro ma di diversi quartieri della città». Un palco ed un microfono per creare un momento di riflessione e di ascolto, in uno spazio che secondo gli organizzatori deve essere culturale e identitario, «un luogo che mi piacerebbe ritrovare quando ritornerò a Messina per le vacanze di Natale» ha detto Nino Frassica, a cui l’associazione MilleVetrine ha donato una targa in ricordo dell’evento che con generosità, allegria e simpatia, ha “presentato”, affiancando la giornalista Letizia Lucca, dando vita a siparietti davvero irresistibili. Tanti gli interventi, in apertura le parole degli organizzatori che hanno sottolineato a più riprese la necessità di mantenere in vita l’isola pedonale anche nella via dei Mille, «strada lunga e rettilinea, che ricorda anche la forma della città, dove incontrarsi e passeggiare». Musica e tanta pungente ironia con Gabriele Savasta, le sue canzoni hanno puntellato l’intensa serata, facendo riflettere su temi di attualità o legati alla città, dal Ponte sullo Stretto alla figura del Cavaliere Giovanni Cammarata e ancora poesie e brani di Bufalino, Sciascia, Brecht, nelle parole di Giovanna Battaglia, Nino Montalto, Gianni Di Giacomo, Salvatore Celano, Vittorio Ciccocioppo, Gianfranco Quero, Daniele Gonciaruk, Luca Fiorino, Ciccio Di Vincenzo. «L’isola pedonale rappresenta un tassello prezioso di quel cambio culturale che stiamo cercando fortemente di realizzare » ha detto il sindaco Renato Accorinti, presente insieme alla Giunta quasi al completo, «abbiamo voluto stimolare su questi temi il consiglio comunale che purtroppo ha dato una risposta negativa – ha aggiunto l’assessore alla mobilità urbana Gaetano Cacciola – ma ben diversa è quella dei cittadini», «e per capire il valore e il senso dell’isola pedonale – ha fatto notare l’assessore Filippo Cucinotta – bisognerebbe passeggiarci non solo in questi momenti che dimostrano comunque la volontà dei cittadini, diversa da quella del consiglio comunale, ma durante i pomeriggi, per osservare le famiglie, i bambini giocare in libertà». «Vedere tanti artisti insieme per un unico obiettivo è un ulteriore messaggio di speranza – ha osservato il presidente del quarto quartiere Francesco Palano Quero – se continuiamo ad avere questa forza e unità le cose possono cambiare ». Intanto l’associazione MilleVetrine non si ferma di fronte alla decisione del consiglio comunale, di ridurre il perimetro dell’isola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X