Sabato, 22 Settembre 2018
MESSINA

Non trova indumento
e aggredisce
madre e fratello

messina, tommaso fava, Messina, Archivio

Ci sono vecchi rancori e futili motivi alla base di una feroce aggressione, nei giorni scorsi, a Santo Stefano Medio, da parte di Tommaso Fava, 22 anni, messinese, nei confronti della madre e del fratello, culminata con il ferimento di quest’ultimo, mediante un cacciavite. Il tutto è cominciato intorno all’ora di pranzo, all’interno dell’abitazione in cui il ragazzo dimora con la madre ed i due fratelli, per continuare poi per strada, quando la vittima, nel tentativo di fuggire alla furia del fratello, è uscita di casa venendo però subito raggiunta e percossa. Una telefonata al 112 ha però consentito ai carabinieri della Stazione di Santo Stefano Medio e a quelli del Nucleo operativo della Compagnia di Messina Sud di giungere sul posto, arrestare l’autore del gesto e soccorrere il ragazzo ferito, il quale è stato trasportato all’ospedale Policlinico di Messina da una autoambulanza del 118 e subito medicato. Fortunatamente, le ferite riportate a schiena, addome e avambraccio si sono rivelate non particolarmente profonde e il giovane è stato subito dimesso. I successivi accertamenti dei carabinieri hanno permesso di ricostruire l’accaduto: quella mattina, Tommaso Fava, non riuscendo a trovare in casa un particolare capo di abbigliamento ed essendosi convinto che questo gli fosse stato nascosto dai familiari, ha improvvisamente dato in escandescenze, prendendosela prima con la madre, alla quale è anche arrivato a scaraventare un mobile addosso e poi con il fratello, che in quel momento stava uscendo di casa. Raggiuntolo alle spalle, ha tentato di conficcargli un cacciavite nella schiena. Grazie alla pronta reazione del ragazzo, che si è subito divincolato, il colpo è penetrato solo parzialmente. Ne è scaturita una violentissima colluttazione, nel corso della quale sono stati sferrati altri colpi con il cacciavite, all’addome ed alle braccia, utilizzate come scudo per proteggersi. A quel punto, il malcapitato è riuscito ad uscire di casa, senza però riuscire a sottrarsi alla violenza del fratello, che lo ha seguito all’aperto ed ha tentato di colpirlo nuovamente, anche in direzione del collo. Durante il successivo corpo a corpo, il fratello aggredito è riuscito finalmente a divincolarsi ed ad allontanarsi insieme alla madre, fino all’intervento dei carabinieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X