Martedì, 18 Settembre 2018
INCIDENTE

Morte Tomasello, ipotesi guasto prende piede

Sarà l’autopsia a chiarire se Antonio Tomasello ha accusato un malore prima che il mezzo del quale era alla guida precipitasse nel torrente. Al momento, però, molti aspetti lasciano pensare che le cause dell’incidente si possano attribuibire ad un guasto meccanico della spazzatrice. Intanto la testimonianza di una giovane donna che, come riportato oggi dalla Gazzetta del Sud, ha visto il mezzo zigzagare prima che sfondasse la ringhiera e poi precipitare. Oggi anche la testimonianza di una persona che racconta di aver visto Tomasello intorno alle 8 sul viale Giostra mentre perlustrava la spazzatrice che evidentemente presentava delle anomalie. L’uomo era fermo sul tratto del viale tra la circonvallazione e il viale Aranci. Il suo turno di lavoro iniziato alle 6 per concludersi alle 12 prevedeva, tra i vari servizi, proprio lo spezzamento di questa arteria. E’ stato visto sollevare molta polvere dalle spazzatrici rotanti prima che l’autista di Messinambiente scendesse per visionare attentamente il mezzo.  Tutto questo prima che Tomasello si recasse nella piattaforma di Pace per scaricare il mezzo, uno dei due che ultimamente uscivano in servizio, tra i 7-8 in dotazione a Messinambiente. Una delle spazzatrici più nuove, del 2007. Può contenere fino a due tonnellate di carico. Quindi dall’impianto di Pace dove per qualche minuto si è fermato a parlare con dei colleghi bevendo un bicchiere d’acqua, stava probabilmente rientrando verso il centro per un nuovo giro di raccolta. Il primo tratto ha una notevole pendenza e l’impianto frenante potrebbe essere stato sottoposto a notevoli sollecitazioni. Questo tipo di mezzo ha una marcia diretta e chi lo conosce bene sostiene non possa andare oltre i 40 chilometri orari durante i trasferimenti extra servizio spezzamento. Altra ipotesi che si sta valutando è se qualcosa sia rimasta incastrata nell’impianto frenante.    Il sostituto Antonio Carchietti ha già richiesto una consulenza tecnica all’ingegner Andreas Pirri mentre in tarda mattinata ha conferito l’ incarico per l’autopsia al medico legale Bruno Andò.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook