Martedì, 22 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Ecco la delibera dell'isola pedonale, ora tocca al Consiglio

area pedonale, Messina, Archivio
area pedonale

Eccola finalmente. A cinque mesi dal varo e a 26 giorni dalla conclusione della fase sperimentale, la Giunta comunale ha preparato la proposta di delibera da presentare in Consiglio Comunale per rendere definitiva l’isola pedonale.

Le linee guida o se preferite politiche, sono quelle di una proposta ad ampio spettro che intanto porti al vaglio l’idea stessa di area pedonale in città e poi, con più calma decidere quali strade realmente chiudere al traffico e quali lasciare libere.

La proposta di variazione del piano urbano del traffico prevede un quadrilatero potenzialmente pedonalizzabile,  racchiuso da via Tommaso cannizzaro, via s.cecilia, via ugo bassi e via risorgimento.

In pratica la vera novità e che sarebbe compreso anche l’ampio tratto di Viale S.Martino fra Maddalena e S.Cecilia.

L’inserimento  di questa nuova porzione,  nascerebbe dalla sollecitazioni arrivate dal quarto  quartiere e dal consiglio comunale che quasi all’unanimità voleva l’allargamento dell’attuale isola sul viale.

Attenzione. Che la Giunta abbia esitato questa proposta di delibera con una zona così grande non vuol dire che tutta diverrà pedonalizzata. E’ stata solo individuata la massima area di intervento, cioè ciò che potenzialmente è pedonalizzabile. Una volta approvata dal consiglio comunale a delibera, a quel punto toccherebbe alla Giunta decidere quale di queste strade chiudere realmente al traffico.

In consiglio arriverà dunque una proposta quadro che i 40 potranno approvare, bocciare o emendare, aggiungendo o togliendo vie del quadrilatero sempre potenzialmente pedonalizzabile.

Si tratterà di fatto di un referendum sull’isola con la possibilità di limare qualche angolo del quadrilatero.

La proposta di delibera adesso finirà sul tavolo del Dipartimento Mobilità che formalizzerà l’atto che finirà all’attenzione della seconda commissione e quindi in consiglio.

Tempi stringati per un iter che scatterà nella prossima settimana. Sullo sfondo però c’è la data del 15 luglio entro cui la fase sperimentale dell’attuale isola dovrà essere chiusa.

Se la via verso l’approvazione del nuovo piano urbano del traffico dovesse essere più lungo del previsto ma scorrevole, allora l’amministrazione pensa ad una breve deroga. Semmai dalla commissione o dal consiglio venissero fuori segnali di bocciatura dell’intera area pedonale, a quel punto l’isola attuale sarebbe riaperta la traffico. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X